Conte ai funerali dei Vigili del fuoco morti ad Alessandria

Questa mattina di venerdì 8 novembre, ci sono stati i funerali dei tre Vigili del Fuoco morti nell'esplosione della cascina di Alessandria. Presente anche il Premier Conte.

Giuseppe Conte ai funerali dei pompieri morti ad Alessandria
Giuseppe Conte ai funerali dei pompieri morti ad Alessandria

Questa mattina di venerdì 8 novembre, ci sono stati i funerali dei tre Vigili del Fuoco morti nell’esplosione della cascina di Alessandria. “Abbiamo dato l’ultimo saluto a Matteo, Marco e Antonio. Tre giovani vigili del fuoco che ci hanno lasciato mentre svolgevano il loro lavoro – ha iniziato Giuseppe Conte -. Mi ha commosso vedere il lungo e silenzioso abbraccio della comunità, venuta a rendere omaggio a questi ragazzi e ai loro coraggiosi colleghi che ogni giorno rischiano la vita per garantire la sicurezza di tutti noi”.

E ancora: “Nessun gesto o parola potrà consolare il dolore dei familiari. Intorno ai quali tutta l’Italia si stringe con affetto in un giorno così triste”.

Funerali dei Vigili del fuoco morti ad Alessandria

Le bare, avvolte dalla bandiera italiana, con dentro i corpi dei tre pompieri, sono state portate a spalla dai colleghi delle vittime. Poi sono state adagiate su un tappeto rosso davanti all’altare. Sopra i feretri è stato infine posizionato il casco da vigile del fuoco. In prima fila durante la messa c’erano tutti i pompieri di Alessandria, arrivati in divisa.

Oltre a Conte, erano presenti anche il Presidente dalla Camera Roberto Fico e il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Presenti anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio e il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

Le parole del vescovo

Siamo qui, in questo momento di dolore profondo, per chiedere la benedizione di Dio per Nino, Marco e Matteo. Morti in un atto di servizio alla comunità – ha iniziato il vescovo di Alessandria -. In questo momento di dolore, dobbiamo scegliere l’amore di Gesù. L’unico che ci può dare la forza di non essere travolti dal male, dalla disperazione, dall’amarezza”.

Le parole del comandante dei Vigili del Fuoco

“Bisogna capire perché e chi ha fatto questo – ha detto invece dall’altare della cattedrale il comandante dei vigili del fuoco di Alessandria, Roberto Marchioni, spiegando commosso che “siamo passati dalla speranza che tutto si risolvesse per il meglio, al rendersi conto che non sarebbe andata così all’incredulità e poi alla rabbia”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.