Stato di emergenza terremoto “prorogato fino al 2020”

Lo stato di emergenza per i comuni colpiti dal terremoto del 2016 è “prorogato fino al 31 dicembre 2020“. Saranno stanziati anche 380 milioni di euro per il 2019 e 345 milioni per il 2020. Questo è quanto si legge una bozza del dl sisma, che dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri la prossima settimane ma che l’Adnkronos ha anticipato.

Il testo, contiene le “disposizioni per l’accelerazione e il completamento della ricostruzione nei territori colpiti dal sisma del 2016”, Inoltre prevede stanziamenti “per l’anno 2019, nel limite di 380 milioni di euro, mediante il Fondo per le emergenze nazionali” e “per l’anno 2020, nel limite di 345 milioni di euro, mediante utilizzo delle risorse disponibili sulla contabilità speciale. A tal fine sono trasferite sul conto corrente di tesoreria centrale intestato alla Presidenza del Consiglio dei ministri”, per “essere assegnate al Dipartimento della protezione civile”.

Stando alle informazioni presenti nella bozza, la priorità sarà data agli interventi “sul patrimonio pubblico disposti dal Commissario straordinario del Governo” alla “ricostruzione di edifici scolastici”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.