Tiziano Renzi usava un cellulare intestato a uno straniero

Tiziano Renzi, padre dell'ex Premier Matteo Renzi, si sarebbe servito di un telefono intestato a uno straniero per la paura di venire intercettato.

Tiziano Renzi, padre dell’ex Premier Matteo Renzi, si sarebbe servito di un telefono intestato a uno straniero per la paura di venire intercettato. Lo hanno scritto LaVerità e il Corriere Fiorentino. Le due testate hanno specificato che nelle ultime ore gli uomini della Guardia di Finanza gli avrebbero sequestrato un “secondo” telefono subito dopo una perquisizione. Solo pochi giorni fa, Renzi senior e sua moglie Laura Bovoli sono stati condannati a un anno e 9 mesi per fatture false.

Le perquisizioni risalgono al 3 ottobre, poco prima della sentenza per le false fatturazioni.  A seguito delle perquisizioni, gli avvocati difensori hanno precisato: “La Procura di Firenze ha chiesto la consegna di materiale informatico. In riferimento ad un procedimento a carico di Tiziano Renzi. Va detto con grande chiarezza che si tratta di un atto a garanzia, di routine e dovuto. Atto ampiamente atteso dalla difesa. A conferma del fatto che sia stata una normale routine sono le circostanze nelle quali si è svolta: nessun blitz notturno, bensì un accertamento in tarda mattinata e nella massima collaborazione, scandito da un clima assolutamente disteso e rispettoso”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.