Tunisino punta coltello contro una bimba di 2 anni per rapinare la madre

Un tunisino di 60 anni ha puntato il coltello alla gola di una bimba di appena 2 anni per costringere la madre a farsi consegnare il denaro.

Tunisino minaccia bimba di 2 anni con coltello
Tunisino minaccia bimba di 2 anni con coltello

Un tunisino di 60 anni ha puntato il coltello alla gola di una bimba di appena 2 anni per costringere la madre a farsi consegnare il denaro. “Dammi la borsa o le faccio del male”, avrebbe quindi detto l’uomo alla donna. Quest’ultima, comprensibilmente pietrificata dal terrore, ha dato al rapinatore tutto quello che aveva. L’episodio, risalente al 28 agosto ma reso noto solo adesso, è accaduto ad Ancona su un autobus. Nessuno degli altri passeggeri si è accorto di quello che stava succedendo.

Tunisino punta coltello contro una bimba di 2 anni

Vittima dell’aggressione una donna straniera con la sua bambina in braccio. Il 60enne è sceso di corsa dal bus, allontanandosi rapidamente e facendo perdere le proprie tracce. La donna ha quindi chiesto aiuto al conducente che ha chiamato la polizia. Le ricerche hanno permesso di rintracciare il cellulare rubato, tramite i tabulati telefonici, e ad arrivare a un uomo che l’aveva appena, un po’ ingenuamente, comprato dall’aggressore. Gli agenti sono poi riusciti a risalire al rapinatore, arrestandolo. Ieri, martedì 10 settembre, è arrivata la convalida del fermo da parte del giudice.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.