Eugenio Vinci: arrestati proprietario e skipper dello yatch su cui è morto

Il manager dei supermercati Tuodì Eugenio Vinci è morto in seguito ad un'intossicazione, forse da gas di scarico, mentre era in barca in Croazia

Eugenio Vinci (Facebook)
Eugenio Vinci (Facebook)

Per la morte del manager Eugenio Vinci sono stati arrestati il proprietario e lo skipper dello yatch su cui era imbarcato insieme alla famiglia. L’accusa è di aver installato sulla barca un motore che non rispettava le norme di sicurezza.

Morto per intossicazione il manager siciliano Eugenio Vinci

Il manager siciliano Eugenio Vinci è morto il 13 agosto a bordo di una barca in Croazia, per un’intossicazione da monossido di carbonio. Pare che sia lui che gli altri passeggeri si siano sentiti male subito dopo aver mangiato. Tra i passeggeri, ora ricoverati, ci sono anche la moglie e i due figli di Vinci, e il sindaco di Sant’Agata di Militello, Bruno Mancuso, amico del manager.

Secondo una primissima ricostruzione pareva che Vinci e gli altri si fossero sentiti male a causa di un’intossicazione alimentare, poiché i sintomi erano comparsi dopo aver mangiato. Ora però sembra avanzare un’altra ipotesi, già più accreditata, che riguarda un‘intossicazione da gas di scarico. I gas di scarico della barca sarebbero entrati forse attraverso il condizionatore a bordo. ll manager avrebbe avuto un malore mentre si trovava nel bagno della barca, e sarebbe caduto sbattendo la testa.

L’arresto

Secondo quanto riferito dalla polizia croata, gli arrestati sarebbero due uomini di 23 e 27 anni, entrambi croati. I due sarebbero responsabili dell’intossicazione che ha causato la morte di Eugenio Vinci e e di quella degli altri passeggeri. Vinci era manager della Dico, di cui fanno parte anche i supermercati Tuodì.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.