Ponte Morandi: la commemorazione della tragedia

Un anno fa, alle 11.36, crollava il Ponte Morandi. Oggi la città di Genova commemora la tragedia che fece 43 vittime sul luogo del crollo

Ponte Morandi, la commemorazione
Ponte Morandi, la commemorazione
Clicca qui per ascoltare l'articolo

E’ passato un anno esatto dalla tragedia del Ponte Morandi, che crollò alle 11.36 del 14 agosto 2018 provocando 43 vittime. Oggi, Genova le ha ricordate con una cerimonia di commemorazione. Presenti le massime cariche dello Stato, ma anche i parenti di chi è rimasto ucciso nel crollo del viadotto Polcevera.

La commemorazione della tragedia del Ponte Morandi

Alla cerimonia hanno partecipato le istituzioni della città e della Regione Liguria, ma anche le maggiori cariche dello Stato. Tra queste, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella insieme al Premier Giuseppe Conte con i due Vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. presenti anche diversi Ministri, tra cui il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, quello della Giustizia Alfonso Bonafede e quello della Difesa Elisabetta Trenta. A fronte di un così alto numero di personalità, i parenti delle vittime si erano già raccomandati nei giorni scorsi, come spiega GenovaToday, di evitare “le passerelle”.

Il programma della cerimonia

La cerimonia di commemorazione della tragedia del Ponte Morandi si è tenuta sul luogo dove sorgerà la pila 9 del nuovo ponte. Qui, alle 10, l’arcivescovo Angelo Bagnasco ha celebrato la Messa. Poi, nell’ora esatta del crollo, alle 11.36, tutta la città ha osservato un minuto di silenzio, mentre le campane di tutta Genova hanno suonato a lutto. Il Sindaco ha infatti chiesto alla cittadinanza di partecipare alla cerimonia, o comunque di osservare il silenzio alle 11,36.

La partecipazione della famiglia Benetton e di Aspi

Anche la famiglia Benetton ha partecipato alla commemorazione: presenti infatti i manager della holding. Insieme, anche delegazioni di Aspi Autostrade per l’Italia e della società madre Atlantia. Profilo basso, dunque, ma anche iniziative a livello nazionale. Aspi ha infatti fatto sapere che tutti i caselli principali a livello nazionale, e tutti quelli liguri, saranno listati a lutto. Alle 11.36, poi, è comparso su tutti i pannelli a messaggio variabile della rete Aspi un messaggio in ricordo delle vittime, per un minuto.

Tuttavia, alcuni parenti delle vittime hanno chiesto al premier Conte che i vertici di Autostrade per l’Italia lasciassero la cerimonia. Il premier ha appoggiato la loro richiesta, e ha informato la delegazione guidata da Fabio Cerchiai e Giovanni Castellucci. Così, la delegazione ha lasciato la cerimonia per non creare problemi e per rispetto ai famigliari delle vittime. I rappresentati di Aspi, ad ogni modo, erano stati invitati alla cerimonia dal sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione, Marco Bucci. In una lettera aperta di Aspi si legge che “ad un anno dalla tragedia del Ponte Morandi, il Consiglio di Amministrazione di Autostrade per l’Italia, quello di Atlantia e i lavoratori di tutto il gruppo rinnovano il cordoglio e la compassione più sincera per le vittime del crollo e per il dolore dei loro familiari”.

La diretta della cerimonia

A genova sono stati allestiti due maxi schermi per seguire la cerimonia, trasmessa in diretta sulle reti Rai. Da facebook, la diretta del Corriere della Sera.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.