Ocean Viking: la smentita sullo sbarco a Tripoli

La nave della Ong norvegese Ocean Viking salva altri 105 migranti nel Mediterraneo, salgono dunque a 500 le persone in mare in attesa di un porto sicuro.

Ocean Viking
Ocean Viking
Clicca qui per ascoltare l'articolo

La nave della Ong norvegese Ocean Viking salva altri 105 migranti nel Mediterraneo, salgono dunque a 500 le persone in mare in attesa di un porto sicuro. 350 si trovano a bordo della Ocean Viking, le altre sulla nave spagnola open Arms. Quest’ultima attende fuori da Lampedusa ormai da 12 giorni. Proseguono però anche gli sbarchi cosiddetti fantasma. 14 tunisini sono sbarcati a Lampedusa e 57 pachistani sono arrivati a Crotone grazie a una barca a vela (e sì, una barca a vela).

Ocean Viking salva altri migranti

La notizia è stata data dalla organizzazione umanitaria Sos Mediterranee, tramite un messaggio su Twitter. Sos Mediterranee ha descritto il salvataggio come difficile e drammatico. “Pochi minuti dopo la distribuzione dei giubbotti di salvataggio è scoppiato il gommone facendo cadere tutti in acqua. Tutte le 105 persone sono ora al sicuro sulla Ocean Viking. Totale ora a bordo: 356”.

L’operazione si è svolta circa 40 miglia a nord delle coste libiche. Sul posto non si sono presentate le navi della guardia costiera libica. Questo perché oggi, lunedì 12 agosto, il paese stava festeggiando la festa islamica del sacrificio

Oltre quelli già salvati nei giorni scorsi, la Ong norvegese si è fatta carico di altri 105 migranti. A essi vanno aggiunti i 160 a bordo della Open Arms. L’organizzazione umanitaria spagnola ha lanciato un appello proprio ieri, domenica 11 agosto, per fare in modo di risolvere la situazione. “L’Europa si deve vergognare”, hanno detto dalla nave.

“Sbarcherà a Tripoli”

Sul caso della nave Ocean Viking, fonti vicine al Ministero dell’Interno, capeggiato da Matteo Salvini, avevano riferito il 13 agosto: “‘La nave ha ottenuto l’indicazione del porto al quale far sbarcare gli immigrati soccorsi in mare. È quello di Tripoli, individuato stamattina dalla Guardia costiera libica dopo che la stessa ong aveva chiesto alla Libia la disponibilità del Pos. Alla Ocean Viking sono stati comunicati anche riferimenti e contatti, per l’organizzazione dello sbarco”. La notizia è però già stata smentita dalla nave, che ha dichiarato: “Non riporteremo i migranti in Libia”.

La smentita sullo sbarco a Tripoli

La Ocean Viking non sbarcherà in Libia le 356 persone soccorse in questi giorni. La richiesta di un porto sicuro è stata fatta al Centro di Coordinamento di Soccorso libico già venerdì 9 agosto dopo il salvataggio del primo barcone, perché quella libica è l’autorità marittima di riferimento nell’area di ricerca e soccorso e avrebbe la responsabilità di indicare un porto sicuro”, ha fatto sapere Medici Senza Frontiere in una nota. “Ma per il diritto internazionale né Tripoli, né nessun altro porto in Libia, sono porti sicuri e riportare le persone in Libia sarebbe una grave violazione”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.