Omicidio Diabolik, rinviati i funerali previsti per questa mattina alle 6

Sono stati rinviati i funerali del capo ultras della Lazio Diabolik, per il rifiuto della famiglia di presenziare a causa del decisione del Questore sulla cerimonia

Diabolik, rinviati i funerali
Diabolik, rinviati i funerali
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Sono stati rinviati i funerali di “Diabolik”, il capo ultras della Lazio ucciso con un colpo di pistola lo scorso 7 agosto nel parco degli Acquedotti. Il Questore di Roma aveva disposto esequie in forma privata alle 6 del mattino di oggi, per “ragioni di pubblica sicurezza”, ma la famiglia aveva ingaggiato già nei giorni scorsi una lotta per ottenere i funerali pubblici.

Rinviati i funerali di Diabolik

Questa mattina alle 4.30, come spiega Il Messaggero, la famiglia di Fabrizio Piscitelli si è recata al Policlinico Universitario di Tor Vergata, per riconoscere il corpo. Fuori, invece, erano schierate le forze di polizia. Anche al cimitero Flaminio c’era schierata la polizia. Qui infatti avrebbe dovuto svolgersi la cerimonia in forma strettamente privata, alle 6 del mattino, del funerale. Ma già nella giornata di ieri, una volta appresa la notizia dell’ordinanza del Questore, la famiglia aveva fatto sapere che non si sarebbe presentataai funerali. E la moglie, Rita Corrazza, aveva poi invitato “tutti coloro che gli volevano bene” a fare la stessa cosa.

Continua qunidi il braccio di ferro con la Questura per ottenere i funerali pubblici per Fabrizio Piscitelli, conosciuto come Diabolik. La vicenda non si fermerà qui, e attraverso i ricorsi si rischia di arrivare fino alla Corte di Giustizia europea.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.