Peschereccio italiano sequestrato dalla Libia

La Libia ha sequestrato un peschereccio italiano nel Golfo di Sirte, ma ad ora non sono chiare le motivazioni per cui la Libia ha agito

Peschereccio italiano sequestrato dalla Libia (immagine di repertorio)

Un peschereccio italiano è stato sequestrato dalla Libia. Si tratta della nave “Tramontana”, della marineria di Mazara del Vallo. Il sequestro, a quanto riporta Repubblica, è avvenuto nel Golfo di Sirte, da parte di una motovedetta libica. Per ora le ragioni del sequestro non sono ancora chiare, ma potrebbero essere legate ad attività di pesca in acque considerate “ad alto rischio”. A bordo ci sarebbero sette perosone, membri dell’equipaggio. Cinque sono mazaresi e due invece tunisini.

La Libia sequestra un peschereccio italiano

Ad dare notizia dell’accaduto è stata la Farnesina. Ha poi fatto sapere come il Ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi abbia già contattato l’ambasciatore italiano in Libia. E anzi, abbia già dato “istruzioni all’ambasciatore d’Italia, Giuseppe Buccino, di adoperarsi prontamente con la massima efficacia al fine del corretto trattamento e di un rapido rilascio dei membri dell’equipaggio e dell’imbarcazione, costretta a dirigersi verso il porto di Misurata”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.