Lavoro da parrucchiere ma percepivano il reddito di cittadinanza: due le denunce

Gestiva insieme alla moglie un salone di parrucchiere in maniera totalmente abusiva percependo anche i sussidi del Reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza e parrucchiere abusivo, due denunce
Reddito di cittadinanza e parrucchiere abusivo, due denunce (foto repertorio)
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Percepivano il Reddito di cittadinanza ma al contempo gestivano abusivamente un salone di parrucchieri. Due coniugi sono stati denunciati a Catania con l’accusa di truffa allo Stato. Secondo le indagini i due davano vista al lavoro in un negozio percependo, inoltre, i sussidi anche del Reddito di inclusione. Ma non è finita qui. Un’altra accusa è quella dello sfruttamento del lavoro.

Reddito di cittadinanza ma facevano abusivamente i parrucchieri

Un dipendente lavorava per oltre dieci ore al giorno e percepiva un euro ogni sessanta minuti. L’altro, risultato essere minorenne, veniva retribuito mediante un pasto. Un panino o una porzione di pasta al forno, quando andava bene. La coppia è stata scoperta e denunciata. Su uno dei due pende l’accusa di sfruttamento.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.