Omicidio Cesarano, confermati tre ergastoli su quattro

Sono tre su quattro gli ergastoli confermato per l'omicidio del giovane Genny Cesarano rimasto vittima di una "stesa" a Napoli in piazza Sanità.

Omicidio Cesarano
Omicidio Cesarano (foto Facebook)
Clicca qui per ascoltare l'articolo

La Corte d’Assise di Appello di Napoli ha confermato le condanne per l’omicidio di Genny Cesarano. Tre delle quattro condanne all’ergastolo hanno ricevuto il placet giudiziario emesso già nel primo grado di giudizio. Condannati Antonio Buono, Luigi Cuteralli e Ciro Perfetto imputati per il delitto del giovane che fu vittima il 6 settembre 2015 di una “stesa”.

Omicidio Cesarano, le condanne e le riduzioni di pena

Il delitto avvenuta in piazza Sanità, a Napoli. Ridotta da ergastolo a 16 anni di reclusione la pena per Mariano Torre in quanto collaboratore di giustizia. Conferma, invece, per Carlo Lo Russo indicato, secondo quanto riportato dall’Ansa, come il mandante: anch’egli sta attualmente collaborando con la giustizia. Di fatto si è data confermata di quanto stabilito dal Gup Alberto Vecchione il 6 dicembre 2017. Il padre di Genny, Antonio Cesarano, ha commentato all’agenzia di stampa subito dopo l’udienza: «È una sentenza che deve rappresentare un esempio per la città – ha commentato il padre di Genny -. Non dobbiamo dimenticare che dopo mio figlio ci sono state altre vittime».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.