Emanuela Orlandi: le due tombe del Cimitero Teutonico sono vuote

Sono iniziate questa mattina, intono alle 8, le operazioni di apertura di due tombe al Campo Santo Teutonico per cercare il corpo di Emanuela Orlandi.

Emanuela Orlandi
Emanuela Orlandi
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Un nuovo mistero, nel caso Orlandi, a 36 anni dalla scomparsa di Emanuela. Questa mattina, su disposizione del Vaticano, sono state aperte due tombe del Cimitero Teutonico. Erano previsti accertamenti sui resti umani all’interno, per accertare che non fossero quelli del’allora 15enne scomparsa. Ma questi accertamenti non si potranno fare, perché tutte e due le tombe sono vuote. “Non ci sono sepolture e non ci sono ossa: le due tombe sono completamente vuote, è incredibile”, ha detto l’avvocato Laura Sgrò, legale della famiglia di Emanuela Orlandi, secondo quanto riportato da Il Messaggero. “L’unica certezza è che non ci sia nessun cadavere sepolto in nessuna delle due tombe. Siamo tutti quanti siamo rimasti tutti meravigliati di questa cosa”, ha commentato al termine dell’operazione.

Emanuela Orlandi, aperte due tombe

Le operazioni di apertura di due tombe al Campo Santo Teutonico per cercare il corpo di Emanuela Orlandi sono inizate questa mattina intorno alle 8. Le operazioni sono state anticipate da una preghiera davanti ai sepolcri del Rettore del Collegio Teutonico. “Non è possibile prevedere, al momento, i tempi di durata per concludere tali operazioni, che vedono impiegate una quindicina di persone”. Così si è espresso il direttore della sala stampa vaticana Alessandro Gisotti.

L’operazione è stata organizzata all’ufficio del Promotore di Giustizia del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano. La famiglia di Emanuela aveva infatti chiesto l’apertura delle due tombe dopo l’arrivo di una lettera anonima. Qui era indicato l’Angelo presente nel cimitero con scritto “cercate dove indica l’angelo”. Le due tombe riaperte sono quelle in cui sarebbero sepolte le principesse Sophie von Hohenlohe, morta nel 1836, e Carlotta Federica di Meclemburgo, morta nel 1840. Sul posto sono giunti anche il fratello di Emanuela, Pietro Orlandi e il suo legale Laura Sgrò. Presenti anche un perito e i familiari delle due donne sepolte. “Finalmente – dichiara Pietro Orlandi – dopo 36 anni c’è collaborazione, un cambiamento di rotta”.

Tombe vuote

Il portavoce vaticano, Alessandro Gisotti ha dichiarato che “Le ricerche hanno dato esito negativo: non è stato trovato alcun reperto umano né urne funerarie. Ha poi spiegato:“L’accurata ispezione sulla tomba della Principessa Sophie von Hohenlohe ha riportato alla luce un ampio vano sotterraneo di circa 4 metri per 3,70, completamente vuoto. Successivamente si sono svolte le operazioni di apertura della seconda tomba-sarcofago, quella della Principessa Carlotta Federica di Mecklemburgo. Al suo interno non sono stati rinvenuti resti umani. I familiari delle due principesse sono stati informati dell’esito delle ricerche”.

Ora si attendeno ulteriori approfondimenti, condotti attraverso “verifiche documentali riguardanti gli interventi strutturali avvenuti nell’area del Campo Santo Teutonico, in una prima fase alla fine dell’Ottocento, e in una seconda più recente fase tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso”.

Il commento della famiglia

Il fratello di Emanuela Orlandi, Pietro, ha commentato con sorpresa:“Tutto mi aspettavo tranne che trovare tombe vuote”. Di una delle due tombe ha detto: “Tempo fa il custode diceva di essere stato incaricato dalla famiglia di tenere anche fiori e lumini. Mi sembra assurdo che le famiglie non sappiano. A questo punto anche loro dovrebbero risentirsi e chiedersi dove sono i resti dei loro parenti”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.