“Cercate l’antica madre”: storie a testa alta sul territorio italiano

    "Cercate l'antica madre" è soprattutto un invito a tornare alla terra come modello produttivo, sociale e politico, spiegano Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti

    Oltre le righe

    “Cercate l’antica madre”: storie a testa alta sul territorio italiano

     
     
    00:00 /
     
    1X
     

    “Cercate l’antica madre” è innazitutto un invito. Un invito che arriva da molto lontano, dalle parole di Virgilio nel terzo libro dell’Eneide, in cui l’oracolo di Apollo invita i Troiani a guardare alla terra d’origine. “Ed è quello che volevamo dire noi in questo viaggio verso la natura è la natura che dovremmo cercare: la natura è dentro di noi e verso la natura dovremmo cercare di andare nelle nostre scelte quotidiane“, spiega Miriam Corongiu, autrice del libro insieme a Vincenzo Tosti, in un‘intervista a Oltre le Righe.

    "Cercate l'antica madre" è soprattutto un invito a tornare alla terra come modello produttivo, sociale e politico, spiegano Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti
    Miriam Corongiu

    E’ un libro che racconta storie di persone, storie di “straordinaria resistenza nelle terre dei fuochi d’Italia”, come dice il sottotitolo. Storie di chi resiste sul territorio e decide di non andare via. “Andando in giro per l’Italia abbiamo scoperto che c’è un intero Paese che non si racconta mai. Sono persone che in qualche modo si ribellano ad un sistema e ad un’economia che impone delle scelte a cui loro non sono disposti a sottostare”, racconta poi Vincenzo Tosti.

    Il viaggio nelle “Terre dei fuochi dItalia”

    Nel viaggio nelle “terre dei fuochi d’Italia” Miriam e Vincenzo raccontano la situazione di cinque regioni, diverse per problematiche ambientali ma dalla situazione simile. Si tratta di Lombardia, Sicilia, la Terra dei Fuochi in Campania, la Val di Susa e la Basilicata. Quello che accomuna tutte queste forme di “devastazione ambientale” è che l’economia è “declinata in maniera totalmente selvaggia sul territorio”. Tutte queste storie sono accomunate dall’essere “storie a testa alta”, di persone che resistono alla deriva dell’economia che “tende a schiacciare i diritti delle persone”.

    Vincenzo Tosti

    Noi per il ruolo che ci siamo assunti, quello di attivisti, o militanti… in realtà siamo solo cittadini responsabili, avevamo l’esigenza di dare voce alle persone che non hanno voce”, dice Miriam Corongiu. Che sottolinea poi come noi non siamo solo quelli della protesta, ma anche della proposta”. “Noi proponiamo questo ritorno alla terra come modello produttivo, economico, spirituale e produttivo”, spiega. “C’è l’idea di un ritorno a quello che eravamo, senza passatismi, dietrologie. Dobbiamo riscoprire che la terra è viva, e se è viva non può essere maltrattata”. Questa “sembra essere la modalità di approccio anche verso le persone, o si ha uno sgaurdo complessivo dell’ambiente come casa comune, o all’ambiente non si può avere nessun altro tipo di approccio”.

    Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti a Oltre le righe del 2 luglio 2019

    Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti sono stati ospiti della puntata del 2 luglio di Oltre le Righe per raccontare il loro libro “Cercate l’antica madre”, edito da Gnasso.

    Elisabetta Riboldi
    Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.