Matteo Renzi condannato dalla Corte dei Conti per danno erariale

Matteo Renzi è stato condannato dalla Corte dei Conti della Toscana per danno erariale di 15mila euro. I fatti risalgono al 2005, quando era Presidente della provincia di Firenze.

Fuorionda di Matteo Renzi
Fuorionda di Matteo Renzi

Matteo Renzi è stato condannato dalla Corte dei Conti della Toscana per danno erariale di 15mila euro. Come riporta il Giornale, i fatti risalgono al 2005 quando era presidente della Provincia di Firenze. L’ex Presidente del Consiglio si era reso responsabile di aver nominato 4 dirigenti al posto di uno solo previsto. La Corte dei Conti, per lo stesso fatto, ha condannato anche i quattro direttori generali e l’allora assessore provinciale al bilancio. Dovranno adesso sborsare tra i 10 e i 37 mila euro.

Matteo Renzi condannato

Tutto sommato a Matteo Renzi è andata anche bene. La procura aveva valutato un danno complessivamente di 800mila euro. In ogni caso, l’ex Presidente del Consiglio ha già promesso battaglia. I suoi avvocati faranno infatti ricorso in appello. Inoltre hanno ricordato che, in casi analoghi, di solito la sentenza di appello abbiamo deciso per l’assoluzione.

Siamo fiduciosi sull’esito finale per ragioni di metodo, dichiarano infatti i suoi avvocati. “La condanna è avvenuta senza nessuna richiesta da parte della procura, e in presenza di una legge che esclude che possa essere sottoposto a giudizio un soggetto che, come nel caso di Matteo Renzi, era rientrato nel processo su ordine del giudice dopo che la procura ne aveva chiesto l’archiviazione”. Alberto Bianchi, l’avvocato di Renzi, ha infine dichiarato che sarebbe “paradossale attribuire all’organo politico l’eventuale danno di una amministrativa presa con tutti i visti di regolarità, anche contabile”.

Secondo procedimento per Renzi

Matteo Renzi, tuttavia, sta attendendo anche lo sviluppo di un secondo procedimento avviato nei suoi confronti. La stessa Corte de Conti, infatti, si dovrà presto pronunciare per un altro presunto danno erariale derivante da altre nomi sempre effettuate dall’ex Predente del Pd e ex segretario del Partito democratico. In questo caso si tratta di due collaboratori fatti assumere a suo tempo da Renzi quando era Sindaco di Firenze.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.