Ponte Morandi, due persone arrestate: avevano legami con la camorra

L'amministratore e un prestanome sono stati arrestati nel corso di una operazione riguardante la ricostruzione del ponte Morandi.

Ponte Morandi, due persone arrestate
Ponte Morandi, due persone arrestate

Sulla vicenda del ponte Morandi, in merito alla ricostruzione della struttura, gli amministratori della “Tecnodem srl” sono stati arrestati in seguito a un’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Genova. Le persone fermate sono l’amministratore e una donna che, secondo quanto riportato dall’Ansa, pare sia considerata un prestanome. Le indagini hanno evidenziato che l’uomo era vicino ai clan della camorra.

Ponte Morandi, il ruolo della “Tecnodem”

L’azienda disponeva di alcuni lavori in subappalto per un totale di 100mila euro nell’ambito della ricostruzione del ponte. L’attività investigativa si era già espressa a maggio con l’estromissione dai lavori. In corso perquisizioni tra Napoli e Genova per fare luce su altri rispetti della vicenda.

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.