Stanco della compagna chiama la polizia: “Vi prego arrestatemi”

Un uomo, 25enne di Matera, agli arresti domiciliari per rapina, ha ritenuto meglio andare in galera che continuare a sopportare la propria compagna.

Carceri italiane
Carceri italiane
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Sembra una barzelletta, ma è successo veramente a un 25enne di Matera. L’uomo, agli arresti domiciliari per rapina, ha ritenuto meglio andare in galera che continuare a sopportare la propria compagna. Stanco dei litigi in casa, infatti, ha chiamato il 113 chiedendo di essere riaccompagnato in cella. Al rifiuto di questi ultimi si è presentato prima in Questura e poi in carcere. La vicenda è stata riportata da Il Messaggero.

Una volta raggiunto il carcere, per non rischiare di essere “respinto” come era accaduto in Questura, il ragazzo ha preso a pugni qualche agente penitenziario. Adesso, dunque, potrà dormire sonni tranquilli, e potrà stare sereno, tranne durante l’orario di visita, quando rivedrà la sua compagna.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.