Migranti, la Procura chiede l’archiviazione per la Open Arms

È stata chiesta l'archiviazione per la nave Open Arms accusata di associazione per delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina.

Open Arms, arriva il permesso di sbarco
Open Arms, arriva il permesso di sbarco
Clicca qui per ascoltare l'articolo

La Procura di Catania, dopo anni di inchieste, ha escluso la possibilità di un collegamento tra le Ong (vedi Open Arms). Nello specifico la questione centrale riguarda la tratta dei migranti in Italia. Archiviata l’accusa per il comandante Marc Reig Creus e per il capo della Procactiva Open Arms spagnola, Ana Isabel Montes Mier. L’accusa era di associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina.

La notizia è stata anticipata da Radio Radicale che cita alcune fonti legali. Il fascicolo passò nelle mani della Procura di Ragusa che decise nuovamente per la richiesta di sequestro. Il Gip Giampiccolo rigettò il tutto il 16 aprile 2018.

Migranti, la questione della Open Arms

La vicenda riguarda l’episodio di uno sbarco di 218 migranti avvenuto a Pozzallo, in provincia di Ragusa, il 17 marzo 2018. In quella circostanza fu disposto il sequestro della nave a Open Arms che si «rifiutò di consegnare i profughi salvati a una motovedetta libica proseguendo la navigazione verso le coste italiane». L’Ong ha da sempre sostenuto l’idea «di aver pensato alla vita delle persone soccorse».

Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.