Papa Francesco e la frase choc sui preti pedofili: “Ecco cosa fare”

Papa Francesco è intervenuto ancora in merito alla spinosa questione dei preti pedofili, ma lo ha fatto usando delle parole che hanno fatto discutere.

Papa Francesco interviene sui preti pedofili
Papa Francesco interviene sui preti pedofili

Papa Francesco è intervenuto ancora in merito alla spinosa questione dei preti pedofili, ma lo ha fatto usando delle parole che hanno fatto discutere. Nell’Aula Paolo VI si è scagliato contro le associazioni delle vittime degli abusi, colpevoli soltanto di chiedere a gran voce giustizia e pene certe per i preti pedofili. “Alcune delle organizzazioni anti-abusi non sono rimaste contente dell’Incontro di febbraio”, ha iniziato il Papa. “Io li capisco, perché c’è sofferenza dentro. Ho detto che se avessimo impiccato cento preti abusatori in Piazza San Pietro sarebbero stati tutti contenti, ma il problema non si sarebbe risolto. I problemi nella vita si risolvono con i processi, non occupando spazi”.

Papa Francesco e la frase choc sui preti pedofili

Parole dure quelle del Papa, che evidenziano però la difficoltà di dare risposte concrete a tutti. Le associazioni stanno continuando a chiedere conto alla Chiesa ma senza troppo successo. Durante il summit di febbraio sono state finalmente ascoltate dai vescovi. Ma ancora non sono stati presi provvedimenti.

Il Sismografo, il sito vicino al Vaticano, ha dedicato alla frase del Papa sull’impiccagione a San Pietro una riflessione. “Nell’opinione pubblica, da parecchio tempo, guadagna terreno l’idea del giustizialismo, anche della vendetta e le critiche all’operato del Papa quasi sempre arrivano alla medesima conclusione. Non più parole. Ora occorre passare all’azione e questa sorta di esortazione non è altro che, usando l’immagine metaforica del Papa: impiccati i preti abusatori.”

E ancora: “Il giustizialismo è una merce a basso costo e di grande circolazione. Soprattutto nei tempi dei nazionalismi e sovranismi di ogni razza. Oggi la richiesta di giustizia rapida, severa e sommaria è molto popolare e diffusa. Nei talk show di fronte ad affermazioni giustizialiste scatta subito l’applauso fragoroso. A volte anche la standing ovation. Ebbene, la frase del Papa che ha inorridito alcuni è proprio la migliore e più saggia risposta di Francesco che per la prima volta, seppure in forma indiretta e con un’immagine immediata, ha affrontato la questione del giustizialismo, della giustizia sommaria, di fronte ai casi di abusi sessuali nella Chiesa”.


Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.