Estorsione a Palermo, colpito il clan San Lorenzo: 10 arresti

Diversi esponenti, appartenenti alle famiglie mafiose di Palermo, sono stati arrestati. La Dda ha indagato sulle estorsioni in diversi luoghi della Sicilia.

Corpo carbonizzato ritrovato a Roma
Corpo carbonizzato ritrovato a Roma (foto di repertorio)

La cosca di San Lorenzo, attiva a Palermo, è stata colpito da diverse ordinanza di applicazione di misure cautelari. L’accusa per diversi esponenti di spicco, relativi al mandamento “San Lorenzo-Tommaso Natale”, è quella di associazione mafiosa, estorsione, traffico di sostanze stupefacenti e l’aggravante del metodo mafioso. Il provvedimento arriva dopo l’indagine della Squadra Mobile e della Direzione Distrettuale Antimafia. Importanti, inoltre, le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. In totale sono 10 gli arresti eseguiti.

Estorsione, il metodo mafioso della “messa a posto” a Palermo

Stando alle informazioni raccolte, gli imprenditori erano costretti alla cosiddetta “messa a posto” in chiaro stile mafioso. Numerosi episodi avvenivano nelle zone dell’Isola delle Femmine, Capaci e Carini. In questi luoghi era imposto il pagamento di ingenti somme di denaro. I nodi tra le famiglie mafiose erano piuttosto intrecciati. I ricavi, inoltre, venivano divisi tra chi operava nei vari quartieri della città di Palermo.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.