Un giorno su un sito d’incontri: le richieste assurde delle 18enni

Nella redazione di Cisiamo.info, abbiamo deciso di verificare di persona come funzionano i siti d'incontri e se funzionano.

Sito di incontri
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Il ritmo forsennato scandito dalla vita ci lascia pochissime ore libere. Siamo sempre più poveri di quella che è la più grande ricchezza: il tempo. Non abbiamo quasi mai tempo di godere di una bella cena, e ripieghiamo sui fast food. Le nostre agende sono piene di impegni ogni quarto d’ora. Anche il tempo che prima impiegavamo per corteggiare una persona che ci piaceva si è ridotto notevolmente. È questo costringe tutti a trovare metodi alternarvi per iniziare e proseguire una relazione. Uno di questi metodi è rappresentato da internet e dai siti di incontri.

Siti di incontri

Nella redazione di Cisiamo.info, recepita questa grande verità, abbiamo dunque deciso di verificare di persona come funzionano i siti d’incontri e se funzionano. Ne abbiamo scelto di provare uno, descritto come “gratuito” ma che in realtà di gratuito non aveva niente. Non farò pubblicità al nome del sito, semplicemente perché quel sito non ne ha bisogno.

Dunque, con un profilo vero (sì, perché il sito in questione “consiglia” di non mentire mai) siamo partiti per cercare di capire come possono funzionare gli incontri su internet. Non sapevamo bene cosa aspettarci. Qualcuno, tra noi, aveva paventato la possibilità che dietro ai vari profili di ragazze si potessero celare prostitute professioniste e maniaci sessuali. E a noi andava bene, sarebbe stato uno scoop. Ma quello che abbiamo scoperto è stato ben più allarmante.

18enni iscritte a siti di incontri

Noi ci aspettavamo di trovare molte donne concentrate in una fascia di età compresa dai 30 e 50 anni, magari un po’ in disarmo, con un divorzio alle spalle e desiderose di rifarsi (giustamente!) una vita. Ora, non è che non le abbiamo trovate, le abbiamo trovate eccome. Il problema è che questa era solo una minoranza delle rappresentati del gentil sesso iscritte.

Un’altra parte, molto corposa, era composta 18enni, 20enni e 23enni. La prima domanda che ci siamo fatti è cosa ci facciano delle 18enni iscritte a un sito di incontri? Non ci è sembrato normalissimo, anzi la scoperta ci ha fatto un po’ inquietare. Ma forse è colpa nostra, forse siamo troppo vecchi. Leggendo i loro profili, abbiamo poi scoperto le caratteristiche dei “principi azzurri” che cercavano.

Le richieste assurde delle 18enni

Appena visti i profili un piccolo dubbio sulla loro autenticità ci è venuto. Forse dietro a quei visi, il più delle volte puliti e anche un po’ ingenui, si celava veramente una prostituta o un maniaco. Il problema è che pochissime di queste ragazze ci hanno risposto, e chi ci ha risposto lo ha fatto per respingerci (sì, siccome la foto del profilo era la mia, me la sono anche un po’ presa). Dunque non potevano essere né prostituite né maniaci, ma effettive giovani a cui non abbiamo soddisfatto le richieste. Ma quali sono queste richieste? È presto detto.

Innanzitutto ci siamo imbattuti in tale Ylenia (se quello era il suo vero nome). Lei, 20enne, italiana, ha scritto che voleva un uomo con una sola caratteristica: doveva avere un’età compresa tra i 35 e i 45 anni. Cioè, per intenderci uno che avesse dai 15 ai 25 anni in più di lei. Sulla stessa linea, circa, anche tale Polina, 20enne, russa, che cercava un un uomo di età compresa dai 55 ai 99 anni. Ora, carissima Polina, la domanda sorge spontanea: stai cercando un compagno o tuo nonno disperso durante la guerra di Crimea? Diccelo, in caso saremo felici di aiutarti.

Quello che si potrebbe pensare, leggendo questo tipo di richieste (2 tra le decine), è che queste ragazze cerchino un uomo che le mantenga. Potrebbe anche essere, ma di uomini belli, giovani e ricchi è pieno il mondo. Perché trovarne per forza uno che abbia almeno 35 anni?

Infatti, forse, la spiegazione è più semplice: forse queste giovani stanno cercando solo un uomo “maturo” (malgrado un uomo di 99 anni potrebbe anche essere definito “marcio”). Ragazze, io capisco che siate stanche di giovani imbranati che passano ore attaccati alla Playstation, ma nemmeno voi vi siete dimostrate molto “mature”, quando (a 18 anni) avete avuto la presunzione di cercare il “vero” amore… a maggior ragione su internet, con tutto quello che ogni giorno si sente al telegiornale.

“Astenersi maniaci”

Non è finita. Ci siamo imbattuti anche in altre ragazze, quasi tutte 18enni, che nella descrizione dell’uomo che cercano hanno scritto “astenersi maniaci” e “amanti del sesso”.

E certo, ecco la soluzione per tenere alla larga aspiranti serial killer o maniaci. Una scritta con una sorta divieto solo per loro. Se funzionasse così sarebbe tutto molto bello, già mi immagino le scritte fuori dalle banche: “No rapinatori”. Oppure fuori dalle case: “Qui io non posso entrare” (in questo caso la scritta è accompagnata da un’immagine di Lupin).

E perché non spingerci oltre con questo sistema? Chissà, magari lo stesso Salvini tra un po’ si limiterà a piantare sulle spiagge cartelli con la scritta “Stop sbarchi”.

Uscire con una 18enne

La verità, probabilmente, è che molte di queste ragazze subisco, dalle coetanee, forti pressioni, anche involontarie, che poi le spingono a cercare un fidanzato a tutti i costi. Magari su internet.

Adesso però mi rivolgo agli uomini, quegli uomini dai 35 ai 99 anni che sono, evidentemente, tra i preferiti tra molte giovanissime. Ecco cosa vorrà dire, per voi uomini nati, letteralmente, in un altro secolo, cosa vuol dire uscire con una ragazza di 18 anni.

Partiamo dalla mattina, voi vi state preparando per andare al lavoro e lei vi “messaggia” comunicandovi che si sta per andare a scuola e che è nervosa per la verifica di matematica. Alle 10 e 30, quando scatterà la campanella dell’intervallo, lei vi scriverà di nuovo, dicendovi che ha litigato con la compagna di banco per una questione (che voi non capirete) legata a Uomini e Donne. Vi chiederà dunque se, alla fine delle lezioni, la passerete a prendere. Voi risponderete di sì e vi ritrovate in un parcheggio pieno di genitori solo per vedere la vostra amata uscire da scuola con lo zaino di Hello Kitty.

Non siete ancora convinti che sia una brutta idea uscire con una 18enne? Bene, pensate al pomeriggio, quando vi costringerà a guardare Amore 14. O alla sera, quando vi trascinerà a un diciottesimo! Certo, alla fine, penserete che potreste avere una buona “contropartita”. Ma attenzione, nel momento culminante, non riuscirete mai a sentirvi giovani come lei, capirete solo la differenza.

P.S: per uscire con una 18enne dovrete iscrivervi a un sito di incontri, e dovrete pagare tanto. E dovrete pagare ancora di più per riuscire a “stare al passo” con quella ragazza. Lì allora capirete finalmente che le “donne che si pagano” sono quelle che alla fine costano meno.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.