Camorra in Veneto, arrestate 50 persone

Si erano ramificati in Veneto facendo leva su un territorio fertile per poter dare vita ai loro malaffari. Arrestate cinquanta persone.

Operazione in Veneto per fermare la Camorra
Eseguite dall'alba diverse ordinanze di custodia cautelare

La Guardia di Finanza, insieme al personale di Polizia, hanno eseguito 50 misure cautelari e 11 provvedimenti di obbligo di dimora in ottica Camorra. Si tratta di arresti coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Venezia. L’operazione è scattata a Venezia, a Casal di Principe (Caserta) e in diverse località sparse in Italia.

Camorra, fermate 50 persone

Le accuse partono dall’associazione a delinquere di stampo mafioso. La Guardia di Finanza di Trieste e quella di Venezia, insieme al Gico del Nucleo di Polizia economico-finanziaria, hanno dato il via all’operazione. Dalle prime ore di questa mattina sono stati impiegati trecento uomini. In mattinata è prevista una conferenza stampa con il Procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero de Raho, e il Procuratore Distrettuale di Venezia Bruno Cherchi.

Il messaggio di Matteo Salvini

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini si dice soddisfatto per il blitz.
«Cinquanta arresti e sequestri di beni per 10 milioni. È il bilancio dell’operazione anti-Camorra – dichiara Salvini – che ha fatto scattare le manette in Campania e in Veneto. Notizie di questo tipo vanno cominciare bene la giornata».

«Grazie alla Guardia di Finanza e alla Polizia, che hanno eseguito questa brillante operazione con il coordinamento della Dda di Venezia. Vogliamo inseguire i boss e i loro sporchi affari ovunque siano».