Hamburgheria Eataly a Torino sequestrata con altre 28 società: arrestati 6 imprenditori

I Carabinieri hanno sequestrato 29 società tra cui Hamburgheria Eataly, per un volume d’affari complessivo di 250 milioni di euro.

Carabinieri
I Carabinieri hanno sequestrato 29 società tra cui Hamburgheria Eataly

C’è anche l’Hamburgheria di Eataly tra i beni sequestrati dai Carabinieri all’interno di un centro commerciale di Settimo Torinese. Un’operazione che ha portato al sequestro di 29 società, per un volume d’affari complessivo di 250 milioni di euro. E nei giorni scorsi sono stati arrestati 6 imprenditori.

31 indagati a vario titolo, per sodalizio criminoso che attraverso reiterate intestazioni fittizie e società astutamente create anche con uso di identità false e inesistenti ha indebitamente percepito fondi pubblici e privati attraverso truffe, illecite detrazioni fiscali e frodi bancarie per diversi milioni di euro.

L’operazione Avatar

L’attività rientra nell’ambito dell’indagine “Avatar” che ha permesso nei giorni scorsi di arrestare sei imprenditori. Sequestrato dunque il saldo complessivo dei conti correnti, che supera il milione di euro. Le 29 società coinvolte opervano con le ragioni sociali più disparate: dai trasporti, alla ristorazione, al wellness, al financial consulting. Il valore è quantificato a circa 250 milioni di euro. Sequestrate anche le autovetture, per un valore approssimativo pari a 50.000 euro, e tra lingotti d’oro e contante già rinvenuto, un valore complessivo pari a 1.500.000 circa. In totale, escluso il valore delle società, l’operazione Avatar portato al sequestro di somme oltre i 2.500.000 euro.

Commenta su Facebook
Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.