Salvini e Bonafede indagati per l’arrivo di Battisti: la Procura archivia l’indagine

La Procura di Roma ha deciso di archiviare l'indagine a carico di Matteo Salvini e Alfonso Bonafede a proposito della "mancata tutela della dignità della persona" nei confronti di Cesare BHattisti durante il suo sbarco a Ciampino.

Matteo Salvini
Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini

La Procura di Roma sarebbe pronta ad archiviare il fascicolo aperto sulle modalità dell’arrivo a Ciampino dell’ex terrorista Cesare Battisti. L’indagine era stata aperta dopo un esposto contro il Ministro dell’Interno Matteo Salvini e Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Il reato contestato era quello di mancata tutela della dignità della persona arrestata. La richiesta di archiviazione è già stata inviata al Tribunale dei Ministri.

In realtà gli esposti erano almeno due. Il primo lo aveva firmato la Camera Penale di Roma, e puntava il dito su un video pubblicato sulla pagina facebook di Bonafede, in cui oltre all’arrivo a Ciampino era documentato anche il fotosegnalamento e la registrazione delle impronte digitali.

Gli articoli violati

Nel documento si fa riferimento anche a quanto previsto dall‘articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo sul “divieto di trattamenti disumani e degradanti”. Inoltre viene citato anche l’articolo 114 del codice di procedura che vieta “la pubblicazione dell’immagine di persona privata della libertà personale ripresa mentre la stessa si trova sottoposta all’uso di manette ai polsi ovvero ad altro mezzo di coercizione fisica”. Un’altra violazione sarebbe stata fatta all‘articolo 42 bis dell’ordinamento penitenziario che prevede che “nelle traduzioni siano adottate le opportune cautele per proteggere i soggetti tradotti dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità”.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.