Franco Gabrielli, capo della Polizia: “Questo è un Paese che ha troppe scorte”

La dichiarazione è arrivata alla presentazione del libro 'La mafia dei pascoli', di Giuseppe Antoci e Nuccio Anselmo.

Franco Gabrielli
Franco Gabrielli

Il tema delle scorte è stato più volte nell’occhio del ciclone nelle ultime settimane. Ricorderete infatti il caso di Ruotolo, il giornalista a cui era stata tolta la scorta per poi venigli subito riassegnata. Oggi, mercoledì 6 febbraio, si è espresso sulla questione il capo della Polizia Franco Gabrielli: “Questo è un Paese che ha troppe scorte, dobbiamo dircelo”.

“Sono troppe e siccome le risorse sono poche forse una riconsiderazione la dobbiamo fare, fuori da strumentalizzazioni, automatismi e commenti da strada”. La dichiarazione è arrivata alla presentazione del libro ‘La mafia dei pascoli‘, di Giuseppe Antoci e Nuccio Anselmo. “Dobbiamo uscire fuori – ha aggiunto – dagli automatismi per cui l’incarico che si ricopre presuppone la scorta e rispettiamo chi si assume la responsabilità di decidere”.

“La posizione del ministro Salvini sulle scorte è assolutamente laica – ha poi concluso Gabrielli -. Serve serietà, concretezza e il nostro Paese deve diventare normale, un Paese cioè in cui si vivono le cose per quello che sono, senza esagerazioni”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.