Falsi account su Facebook: rimosse le pagine anti-Occidente

Facebook e Twitter rimuovono centinaia di falsi account che amplificavano posizioni anti occidentali. Gli account erano legati a Russia, Iran e Venezuela, e avevano generato due milioni di follower.

Schermata per l'iscrizione a Facebook
Chiusi centinaia di falsi account di Facebook e Twitter che amplificavano posizioni anti Occidente

Proprio nel giorno del quindicesimo compleanno di Facebook, il social network ha rimosso centinaia di account legati Russia, Iran e Venezuela, che amplificavano posizioni antioccidentali e avevano generato oltre 2 milioni di follower. A riferirlo è il Guardian. Così Facebook ha cancellato 783 pagine, gruppi e account che si spacciavano per utenti di Paesi europei, mediorientali e dell’Asia meridionale. Pagine che condividevano contenuti largamente riproposti dai media statali iraniani. Twitter ha invece eliminato migliaia di account che per larga parte si mostrvano contro il voto di Midterm negli Usa.
   

Alcuni di questi account erano attivi fin dal 2010, e avevano generato circa 2 milioni di follower su Facebook e oltre 250 mila su Instagram. Facebook non ha precisato il motivo dell’operazione, ma il laboratorio di ricerca digitale forense dell’Atlantic Council che ha analizzato gli account ha riferito che sembravano pensati per amplificare vedute “in linea con le posizioni internazionali del governo iraniano”. Secondo Atlantic Council, le pagine postavano contenuti con forti predilezioni per il governo di Teheran e contro l’Occidente e i vicini regionali, come Arabia Saudita e Israele. . Oltre il 30% degli account rimossi e’ stato attivo per almeno cinque anni, sempre secondo i ricercatori.

 Eliminati dall’operazione anche quasi 2000 account legati al Venezuela. Tutta l’operazione è stata svolta da Facebook in parte sulla base di informazioni condivise con Twitter.

Elisabetta Riboldi
Nata il 15 luglio 1992, ho seguito il tipico cursus honorum della letterata milanese: diploma al liceo classico G. Berchet, laurea triennale in Lettere Moderne e magistrale in Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano. Fervente appassionata di tutte le arti, curioso nelle librerie, alle mostre, nei musei; per quasi dieci anni ho seguito corsi di teatro e, in seguito, di danza ottocentesca. Ma quella stessa curiosità che mi porta a indagare l'arte e la storia mi àncora fortemente all'attualità, di cui cerco di indagare processi e retroscena.