Food Policy, Milano in prima linea contro la povertà

Il nuovo hub di quartiere per promuovere il dono e recuperare - si stima - circa 70 tonnellate di cibo all'anno.

Inaugurata a Milano l'iniziativa Food Policy
Inaugurata a Milano l'iniziativa Food Policy

Lunedì 14 gennaio, in Via Borsieri a Milano, all’interno del Municipio 9, è stata inaugurata un’importante iniziativa sociale, proprio all’ombra dei palazzi della finanza. Il nuovo hub di quartiere per promuovere il dono e recuperare – si stima – circa 70 tonnellate di cibo all’anno.

All’inaugurazione sono intervenuti la vicesindaco con delega alla Food Policy, Anna Scavuzzo; il Presidente del Municipio 9, Giuseppe Lardieri; il professore di Logistica e Direttore Scientifico dell’Osservatorio Food Sustainability del Politecnico di Milano, Marco Melacini; il Direttore Generale di Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi, Alessandro Scarabelli; il Direttore di Banco Alimentare Lombardia, Marco Magnelli, e Paola Pessina della Commissione Centrale di Beneficenza di Fondazione Cariplo.

Il nuovo hub fa capo al protocollo di intesa “Milano Zero Sprechi”, firmato da Comune di Milano, Politecnico e Assolombarda, con il quale si intente portare avanti un modello virtuoso di circuito corto per la raccolta e ridistribuzione delle eccedenze alimentari.

La Vicesindaco Anna Scavuzzo ha dichiarato: “Sono soddisfatta dell’apertura di questo hub perché è il risultato degli sforzi congiunti di molti attori della città e vuole essere un nuovo modello di rete locale per la raccolta e ridistribuzione del cibo prima che sia sprecato e diventi rifiuto”.

Alla cerimonia naturalmente era presente anche il presidente del Municipio 9: “Sono orgoglioso che il Municipio 9 ospiti un progetto che mette al centro del dibattito il diritto dell’accesso al cibo, un tema da considerare prioritario in coincidenza delle sempre più dilaganti forme di nuove povertà e lui sente molto questo problema, purtroppo, diffuso, Inoltre – proseguiva Lardieri- non bisogna dimenticare che ridurre lo spreco alimentare aiuta a diminuire i rifiuti e a consumare più cibi sani deperibili quali frutta e verdura. Per questo chiede una fattiva collaborazione sia ai cittadini comuni che ai responsabili dell’industria, GDO, ristorazione, Terzo Settore, Istituzioni affinché facciano la loro parte per raggiungere meglio lo scopo prefissato dal protocollo”.

Nel progetto è coinvolto a pieno titolo Banco Alimentare della Lombardia, che come vincitore del bando di assegnazione dell’hub, garantirà la gestione operativa e quotidiana del modello elaborato dal Politecnico, recuperando le eccedenze alimentari e distribuendole alle strutture caritative partner del territorio.

Il Programma pluriennale QuBì che intende contrastare le povertà è una delle azioni cardine del promosso da Fondazione Cariplo – con il sostegno di Fondazione Vismara, Intesa Sanpaolo, Fondazione Enrica e Romeo Invernizzi e Fondazione Fiera Milano – in collaborazione con il Comune di Milano e le organizzazioni del Terzo Settore che operano sul territorio. Una sfida pari a 25 milioni di euro che intende coinvolgere la città di Milano nel suo complesso: aziende, istituzioni e singoli cittadini sono chiamati a creare una ricetta comune che permetta di dare risposte concrete.