Legge di Bilancio 2019, le novità da mettere in tavola

Una rassegna di tutti i provvedimenti riguardanti il mangiare e il bere dopo l'approvazione in Senato del maxiemendamento.

La legge di bilancio presenta delle novità per i nostri reparti gastronomia
La legge di bilancio presenta delle novità per i nostri reparti gastronomia

Il Senato della Repubblica ha finalmente votato la fiducia sulla Legge di bilancio 2019. Ora l’approvazione della legge passa alla Camera per l’approvazione definitiva. Molte le novità che riguardano soprattutto il Made in Italy. I prodotti nostrani infatti saranno più tutelati, anche grazie all’assunzione 57 persone con il compito di controllare la qualità dei prodotti agroalimentari e la reputazione dei prodotti italiani.

Cracker, fette biscottate e tanto altro

La Legge di bilancio introdurrà un taglio dell’IVA di ben il 4% su cracker, fette biscottate, cereali interi, erbe aromatiche e spezie di uso comune. Ovviamente questi prodotti richiedono un abbinamento all’altezza. Cosa c’è di meglio di una buona birra, anche questa rigorosamente italiana? Non vi preoccupate, il maxiemendamento ha pensato a tutto. Ecco arrivata una riduzione del 40% delle accise per i piccoli birrifici italiani (quelli che producono meno di diecimila ettolitri l’anno).

Funghi, tartufi e bacche

La Legge di bilancio però tocca chiunque, anche i palati più raffinati. Tra i nuovi commi aggiunti è possibile trovare una imposta sostituiva dell’Irpef di 100 euro per chi si occupa della raccolta di funghi, tartufi e bacche. Quanto incassato in questa attività, inoltre, non si aggiungerà a redditi provenienti da altre attività.

Frutta e dolci

Ovviamente l’emendamento pensa anche ai gusti dei più salutisti. Ecco perché riguarda anche frutta. La Legge di bilancio a riguardo prevede 2 milioni di euro per il 2019 e 3 per il 2020 per l’istituzione di un catasto delle produzioni frutticole nazionali. E se il dolce è la vostra passione, virate sul miele. Infatti 1 milione di euro sarà stanziato per realizzare progetti nel settore apistico.

Insomma, un menù singolare, nel quale è stata inserita parecchia attenzione per l’ambiente. C’è, per finire, un piccolo finanziamento alle aziende produttrici di plastica che da qui al 2021 presenteranno progetti per riciclare piatti e bicchieri monouso o per produrli con polimeri biodegradabili. Ovviamente solo se di origine nazionale.

Per sapere su tutte le novità della manovra, cliccare sulla Legge di bilancio 2019.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.