Cesare Battisti, l’ex terrorista ancora in fuga

La polizia dello stato di San Paolo, che sta cercando di localizzare l'ex terrorista dopo il mandato d'arresto, riferisce che non c'è traccia di lui a casa sua, a Cananeia.

Cesare Battisti
Confermato l'ergastolo a Cesare Battisti, dopo che la Corte d'Assise di Milano ha rigettato la richiesta dei suoi legali a commutare la pena in 30 anni

Cesare Battisti sarebbe ancora in fuga. Lo riferisce la polizia di San Paolo, che sta cercando di localizzare l’ex terrorista dopo il mandato d’arresto emesso da un giudice del Tribunale Supremo brasiliano. Non c’è traccia di lui a casa sua, a Cananeia – dichiara la soprintendenza della polizia federale che conferma che Battisti si trova in un luogo sconosciuto, senza però rivelare se l’ex terrorista sia riuscito a fuggire.

La casa di Cesare Battisti è sorvegliata e non risultano movimenti all’interno. “Abbiamo informazioni relative al fatto che stesse costruendo un’altra casa in città. Lo stiamo cercando presso diversi indirizzi. Se lo troviamo, lo consegniamo alla polizia federale”, aggiunge Tedi Wilson de Andrade, funzionario della polizia dello stato. Alcuni vicini testimoniano che l’ex terrorista non è più stato visto nella zona da novembre. Un cronista di un giornale, appostato davanti alla casa di Battisti, avrebbe notato, sbirciando da una finestra priva di tende attraverso una finestra priva di tende, che in una stanza dell’abitazione sono accatastati 14 libri. Mentre in garage è parcheggiata una Chevrolet Prisma.
Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.