Strage di Corinaldo, scarcerato il 17enne che ha spruzzato lo spray urticante

Il 17enne è stato scarcerato su disposizione del gip in assenza di presupposti per la custodia cautelare. Nella discoteca in provincia di Ancona hanno perso la vita sei persone.

Tragedia di Corinaldo, minorenne liberato su disposizione del gip
Il minorenne è stato rimesso in libertà dal gip.

Il giovane arrestato per la tragedia avvenuta in provincia a Corinaldo, all’interno della discoteca “Lanterna azzurra”, è tornato libero. Il tribunale di Ancona, con a capo il giudice per le indagini preliminari, invece, ha convalidato l’arresto dei due adulti fermati insieme al minorenne.

Strage di Corinaldo, il caso del minorenne

Lo spruzzo dello spray urticante ha provocato la morte di sei persone a causa del caos generato. Cinque minorenni e una donna sono deceduti per i traumi da schiacciamento. Il ragazzo, nel frattempo, era stato iscritto nel registro degli indagati in quanto sospettato di aver utilizzato lo spray. In tale occasione era stato fermato per possesso di sostanze stupefacenti. Alcune persone informate sui fatti sono state ascoltate dagli organi competenti. Il 17enne, indagato con altre sette persone, è stato rimesso in libertà. Non vi erano i presupposti per la custodia cautelare.

Commenta su Facebook
Alessandro Artuso
Nato a Roma il 18 giugno 1991, ho conseguito la laurea triennale presso l'Università della Calabria e la magistrale all'Università degli Studi di Messina. Giornalista pubblicista, da luglio 2018, ho maturato la mia prima esperienza lavorativa con la redazione calabrese ottoetrenta.it con la quale collaboro da aprile 2015. Ho lavorato nell'azienda Silicon Make App producendo articoli inerenti a tematiche come Sviluppo app, Web marketing e Social media marketing. Interessato alle notizie a tutto tondo, mi pongo come elementi imprescindibili la ricerca e il controllo delle fonti.