Finti matrimoni per ottenere permesso di soggiorno: 11 denunciati

Denunciate 5 donne e 6 uomini per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Combinavano finti matrimoni tra tunisini e donne residenti.

Ucciso il fratello di un pentito d
Marcello Bruzzese era il fratello di Girolamo, pentito di 'ndrangheta

La Guardia di finanza di Mazara del Vallo ha scoperto una rete di finti matrimoni tra migranti tunisini e ragazze italiane per ottenere il permesso di soggiorno. Denunciate 11 persone per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Le 11 persone denunciate, residenti tra Mazara del Vallo, Campobello di Mazara, Castelvetrano e Ribera, sono 5 donne, di cui 4 di origine tunisia, e 6 uomini di nazionalità tunisina, 4 dei quali già arrestati.

“Il business dell’organizzazione criminale – dichiara la Guardia di finanza – consisteva nel combinare finti matrimoni tra tunisini e donne residenti. In cambio queste avrebbero percepito un assegno di mille euro come da loro stesse ammesso in sede di interrogatorio e alla presenza di testimoni altrettanto conniventi, si sono prestate a contrarre matrimonio civile nei Municipi di Campobello di Mazara, Castelvetrano e Ribera”.

Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.