Uccide un lavoratore durante una corsa clandestina: arrestato 21enne

La folle corsa notturna è avventua sul lungomare di Pozzueli e ha causato il decesso di un operatore ecologico, Alfonso Campochiaro.

Gara di velocità nella notte a Pozzuoli, ucciso un uomo.

Un ragazzo di 21 anni uccide un lavoratore durante una corsa clandestina. Si stava sfidando con un amico in un’assurda gara di velocitànel centro di Pozzuoli. Scampato a un primo incidente, uno dei due improvvisati piloti ha investito un 62enne a 100 kilometri orari. Il responsabile, un 21enne napoletano, è stato arrestato per la morte di Alfonso Campochiaro. La vittima, un operatore ecologico, si stava recando come ogni notte al lavoro.

La folle corsa notturna

L’investitore ai carabinieri avrebbe fornito una versione senza fare riferimenti alla gara. Analizzando i video dei sistemi di videosorveglianza cittadina, i carabinieri hanno ricostruito i minuti antecedenti all’impatto. Nell’immagini appare chiaro che le due auto, una 500 e una Fiesta, si stavano sfidando con manovre azzardate per le vie cittadine. La folle corsa notturna è avventua sul lungomare, è proseguita su una salita nella quale il conducente della Fiesta ha azzardato un sorpasso rischiando scontrasi frontalmente con una terza vettura. L’altro giovane, che guidava con la ragazza a bordo, qualche metro più avanti, ha finito per investire frontalmente il 62enne. Il gip di Napoli ha convalidato l’arresto dell’uomo e disposto la sua custodia ai domiciliari. Il suo coetaneo è indagato in stato di libertà per lo stesso reato.

ne parliamo in pausa pranzo
Commenta su Facebook
Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.