Esquilino chiama Roma, al lavoro per la riqualifica del rione

l'iniziativa è stata promossa da "Gruppo di lavoro di via Giolitti", con il sostegno dell’Associazione Piazza Vittorio Aps.

'esquilino Chiama Roma', Presidente I Municipio:
'esquilino Chiama Roma', Presidente I Municipio: "mettere A Sistema Buone Pratiche"

Il “Gruppo di lavoro di via Giolitti“, con il sostegno dell’Associazione Piazza Vittorio Aps e il patrocinio di Enpam, vuole promuovere l’iniziativa ‘Esquilino chiama Roma’. L’obbiettivo è incoraggiare un progetto urbano di valorizzazione dell’area. L’iniziativa, tenutasi nella sede dell’Acquario Romano, ha visto partecipe il presidente del Municipio I di Roma, Sabrina Alfonsi.

“Mettere a sistema delle buone pratiche”

“Si tratta di un progetto importante -ha dichiarato la Alfonsi-. Mette insieme tutta una serie di studi, realtà e di documentazione sull’Equilino con cui si cerca di rifare rete e ridare valore all’area. Lo stesso nome ‘Esquilino chiama Roma’ dà il senso di voler provare a mettere a sistema delle buone pratiche cercando di fare progetti che guardino anche al domani. Questa città ha bisogno per ripartire di progetti a lungo respiro. Per farli serve la scienza ma servono anche i cittadini e le istituzioni. Anche la politica deve poter assorbire dati e studi per poter programmare gli interventi necessari al quartiere”.

“‘Esquilino chiama Roma’ significa che il quartiere non è separato da Roma ma che necessita di un confronto e di un’interazione con la città – continua Pietro Pietraroia, ‘Gruppo di lavoro Via Giolitti’ -. Il centro storico di Roma è stato proclamato sito Unesco. Le condizioni dell’Esquilino sono però in contraddizione con quello che dovrebbe essere la gestione di un sito Unesco. Nostro obiettivo, di gruppo di cittadini, è mettere a disposizione le competenze che abbiamo per sollecitare la costruzione condivisa di conoscenze che permettano ad associazioni, comitati ed istituzioni di dialogare meglio”.

E lo possiamo fare mettendo insieme un progetto di rigenerazione urbana, -ha conluso Pietraroia- insieme a un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale, spesso ignorato, insieme a un progetto di coesione sociale e culturale. Consideriamo che all’Esquilino vivono famiglie, etnie e vi sono condizioni sociali tutte differenti. Tutti potremmo trovare da residenti e non nel patrimonio culturale uno spazio collaborativo, di dialogo per riconoscere maggiore dignità alle persone ed agli spazi pubblici”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.