Milano, il successo della Green Week: orti didattici, nuovi spazi verdi e plastic free

Milano, ha avuto successo la Green Week, la festa andata in scena dal 26 al 29 settembre, con 300 iniziative, dibattiti, lavoratori e inaugurazioni di nuove aree verdi.

Green Week
Green Week
Clicca qui per ascoltare l'articolo

Milano, ha avuto successo la Green Week, la festa andata in scena dal 26 al 29 settembre, con 300 iniziative, dibattiti, lavoratori e inaugurazioni di nuove aree verdi. Come riporta il Fatto Quotidiano, il tutto è iniziato con il taglio del nastro del nuovo parco giochi inclusivo in via Martinetti. Poi si è passati alla festa per l’avvio dei lavori del nuovo giardino condiviso realizzato con gli studenti in via della Rondine. Infine è avvenuta la piantumazione condivisa lungo le sponde del fiume Lambro.

Green Week

La Green Week si è articolata in tre giorni. Il 26 settembre, dalle 17 alle 19, c’è stato l’appuntamento nella nuova area fitness del Parco Sempione. Qui, tra le attività, c’è stata quella della raccolta di bottiglie di plastica PET.

Il giorno dopo, venerdì 27 settembre, è partito il progetto Clever Cities Milano. Nel corso dell’iniziativa ‘Soluzione Natura in città: nei cortili, sui tetti e sulle pareti’ sono stati presentati esempi di tetti e pareti verdi già realizzati in diversi edifici del capoluogo lombardo. Dalle 10.30 alle 12.30, in via della Rondine (Lorenteggio), i cittadini hanno potuto partecipare all’inaugurazione dei lavori del Giardino Condiviso, un progetto del Municipio 6 in collaborazione con alcune scuole del territorio, secondo un modello che a Milano conta già diverse esperienze positive.

L’area, sempre come riporta il Fatto Quotidiano, fa parte del cosiddetto Parco Blu. Purtroppo è abbandonata da diverso tempo e nei prossimi anni sarà oggetto di riqualificazione. Il Municipio 6 ha regalato a ogni studente una borraccia, come esempio di buona pratica di riutilizzo dei materiali e di eliminazione della plastica monouso.

Il 28 settembre, al Parco Lambro, in via Civitavecchia, dalle 9 alle 13, è stato il turno di ‘Piantala! sul Lambro‘, la piantumazione condivisa di 200 nuove piante lungo le sponde del fiume. Dalle 11.30 alle 16.30 c’è stata poi l’inaugurazione della nuova area giochi inclusiva dei Giardini di Via Privata Piero Martinetti. Infine, dalle 14 alle 18.30, è stato il turno della nuova area giochi del giardino di via Fratelli Zoia.

Infine, a Porto di Mare, nel Parco di Rogoredo, dalle 14.30 alle 17.30, ci sono state delle visite guidate, bike test e pillole di mountain bike. L’iniziativa era volta a far cambiare l’immagine del Parco di Rogoredo come parco della droga.


Mattia Pirola
Nato il 18 luglio del 1990, vivo da sempre nella tranquilla Cassina de' Pecchi, alle porte della ben più caotica Milano. Con una laurea in Storia ho soddisfatto la mia voglia di conoscere il passato e con l'attività giornalistica la necessità di analizzare il presente, ben consapevole che questa epoca sarà ricordata per le sue innumerevoli contraddizioni.