Pirlo: “Juventus, riporterò entusiasmo”

Andrea Pirlo è stato presentato ufficialmente in conferenza stampa come nuovo allenatore della Juventus, dopo l'esonero di Sarri.

Esultanza dei giocatori della Juventus (Foto: Twitter)

Andrea Pirlo è stato presentato ufficialmente in conferenza stampa come nuovo allenatore della Juventus, dopo l’esonero di Sarri. “Voglio riportare un po’ di entusiasmo che è mancato nell’ultimo periodo. Voglio proporre un calcio offensivo, ieri le prime cose che ho detto ai ragazzi dobbiamo avere sempre il pallone e dobbiamo recuperarlo appena possibile”.

Le parole di Pirlo

“Arthur è un bravo giocatore, lo abbiamo visto e ammirato nel Barcellona e nel Brasile. E’ un centrocampista di costruzione, può ricoprire più ruoli, anche il regista: può tornare utile durante la stagione. Non ho avuto modo di pensare al passaggio dall’Under 23 alla prima squadra, è stato tutto troppo veloce. Sono convinto di essere al posto giusto al momento giusto, non ho avuto altri pensieri”.

Ronaldo e Dybala

“Possiamo giocare a quattro o a tre, difendendoci a quattro e impostando a tre. Ho voglia di gente che abbia voglia di attaccare e di riconquistare il pallone quando non ce l’ha. Deve venire naturale in partita: tenere palla e aver voglia di recuperarla velocemente. I ragazzi lo sanno, hanno le caratteristiche per farlo, il modello potrà variare di gara in gara. Ronaldo? C’eravamo già sentiti qualche giorno fa prima di cominciare. Ieri abbiamo chiacchierato un po’ di tutto, del presente e del passato. Nelle prossime settimane entreremo più nei dettagli tecnici. Dybala non è mai stato sul mercato, per me è un giocatore importante. Appena rientrerà farà parte del progetto”.

Juventus

“Partiamo tutte a zero, i punti vanno conquistati. Veniamo da un anno difficile, sono saltati i piani come preparazione, partite, servirà programmare bene come fare, le partite da giocare, la preparazione, ma ci sono persone adatte e ci stiamo preparando per far sì che vada tutto bene. Mi sono sentito subito a mio agio, l’ho detto subito ai ragazzi. Fino a qualche tempo fa ero dalla loro parte, è stato strano per loro vedermi così ma io mi sentivo bene. Conosco tante persone all’esterno della squadra che avevano lavorato con me, mi ha fatto sentire bene”, ha concluso Pirlo.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.