Valentino Rossi: “Incidente, tanta paura”

Paura per Valentino Rossi nel Gp d'Austria. Un incidente tra Johann Zarco e Franco Morbidelli ha trasformato una delle due moto in un proiettile impazzito che ha sfiorato il Dottore.

MotoGP
Valentino

Paura per Valentino Rossi nel Gp d’Austria. Un incidente tra Johann Zarco e Franco Morbidelli ha trasformato una delle due moto in un proiettile impazzito che ha sfiorato il Dottore.

Le parole di Valentino Rossi

“L’incidente Zarco-Morbidelli? Ho preso tanta paura. Sono scosso, riprendere la gara è stata dura. Il santo dei motociclisti ha fatto una grande lavoro, è stata una cosa molto pericolosa, si sta perdendo il rispetto per gli avversari. In pista devi essere aggressivo, ma Zarco non è nuovo a queste cose. Appositamente è andato a frenare davanti a Morbidelli, ha cercato di danneggiarlo: c’è da stare attenti. Ora facciano qualcosa di serio a Zarco. Può essere sia stato il rischio più grande della mia carriera, è stato un momento molto pericoloso. Alla fine, dopo, è stata una bella gara, partire dopo l’incidente non è stato facile. Si dice che uno coraggioso è matto o non ha scelta: io non ho avuto scelta. Mi hanno rimesso sulla moto e ho detto: ok”, ha commentato.

L’ultimo podio

Domenica pomeriggio Valentino Rossi ha chiuso al terzo posto il Gp d’Andalusia. E’ tornato sul podio dopo un’assenza di 17 gare dalla cerimonia di premiazione. “E’ un podio importantissimo, è quasi come una vittoria. Gran parte della stagione 2019 è stata sofferta, dura. La Yamaha mi deve aiutare. La moto che ho usato fino alla scorsa settimana non era la mia. Non mi trovavo bene con la posizione in curva, concepita per salvare la gomma. Ma io la gomma non la salvo e finivo per andare più piano. Le cose sono cambiate da venerdì, oggi mi sono divertito e sono contento. Aver fatto bene a Jerez con questo caldo mi fa essere ottimista per le prossime gare. Qui, dopo la vittoria nel 2016, dal 2017 ero sempre andato piano”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.