2020, tanti eventi sportivi per chi vuole emozionarsi

Gli azzurri di Roberto Mancini puntano a dare una soddisfazione a tutti gli appassionati, ma da non perdere anche le Olimpiadi di Tokyo

eventi sportivi
Foto: PIxabay

Il periodo delle vacanze estive è spesso ritenuto noioso per un appassionato di calcio, che si ritrova a dover attendere il momento in cui le squadre si ritroveranno per la preparazione e le prime amichevoli prima di poter avvertire l’adrenalina che si vive durante la stagione. Il 2020 sarà però un’importante eccezione in questo ambito e non ci sarà praticamente un momento per annoiarsi.

Ce ne sarà davvero per tutti i gusti: dal calcio ai motori, dal basket al tennis, ma senza dimenticare il ciclismo e soprattutto un evento che è in grado di unire tutto il Paese e che è sempre attesissimo: le Olimpiadi, che nella prossima stagione si terranno a Tokyo, oltre agli Europei di calcio.

Le Olimpiadi un vero evento clou

Il calcio resta certamente lo sport più amato in Italia e grazie alla “formula spezzatino” non c’è praticamente mai tempo per annoiarsi per i veri appassionati. Ma per chi è ancora più esigente non vedrà certamente l’ora di vivere appieno un evento che catalizzerà l’attenzione di milioni di persone in questo anno: le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il via ufficiale dell’evento è previsto per il 24 luglio e ci terrà compagnia per circa tre settimane. La chiusura è infatti prevista per il 9 agosto. Già il 22 luglio si inizierà comunque a entrare nel vivo con i primi appuntamenti di calcio e softball; si prosegue poi il 23 con tiro con l’arco e cannottaggio. Il 25 sarà la volta di nuoto, pallanuoto, e badminton, boxe, dressage, scherma, ginnastica artistica, pallamano, hokey, judo, tiro, ping pong, taekwondo, tennis, beach volley e pallavolo, sollevamento pesi.

Il 25 luglio inizieranno le prove di basket, canoa (slalom), vela, skateboarding (street) e surf.

Il 27 luglio sarà la prima volta del rugby e il 29 luglio del baseball. Il 30 luglio al via le gare di ciclismo (BMX), mentre dal 31 luglio si disputeranno le gare di atletica leggera, equitazione, trampolino (ginnastica artistica).  Il 2 agosto debutterà la lotta. Il 3 agosto inzierà il nuoto sincronizzato, lo sprint (canoa), il ciclismo su pista. Il 4 agosto si disputerà la gara di salto per l’equitazione. Il 5 agosto si torna sullo skateboard per la prova park. Il 6 agosto si disputano la maratona e il karate, mentre le gare di ginnastica ritmica si terranno a partire dal 7 agosto.

Insomma, per chi non vorrà perdersi niente non ci sarà praticamente tempo per annoiarsi, con la speranza che non possano mancare le soddisfazioni per l’Italia.

Attesissimi gli azzurri a Euro 2020

Il filotto di vittorie realizzato dall’Italia di Roberto Mancini non fa che accrescere l’attesa in vista degli Europei, trofeo che manca ormai da tempo nella nostra bacheca. Anzi, non avere partecipato ai Mondiali di Russia 2018 non ha fatto che accrescere la voglia di azzurro e di vedere i nostri ragazzi poter trionfare.

La competizione quest’anno sarà ancora più particolare: per la prima volta si terrà in modalità continentale con alcune gare che toccheranno anche il nostro Paese.

Chiellini e compagni, che dovrebbe recuperare dal lungo infortunio, sono stati inseriti nel Gruppo A, un girone almeno sulla carta semplice ma che potrebbe nascondere qualche insidia: le avversarie saranno infatti Turchia, Svizzera e Galles. Dalla nostra parte potrebbe esserci anche il “fattore casalingo”: i tre incontri della fase a gironi si terranno infatti allo Stadio Olimpico di Roma.

Tanta attesa per la Ferrari

L’auspicio degli appassionati di motori si riversa anche con la Ferrari, che non riesce a conquistare un titolo ormai dal 2007, quando a laurearsi campione del mondo è stato Kimi Raikkonen. Ancora una volta la scuderia di Maranello si è ritrovata a dover assistere a un trionfo della Mercedes, ma ora ci si augura che il digiuno possa finalmente arrivare alla conclusione. Alla guida ci saranno ancora una volta Sebastian Vettel e Charles Leclerc, fresco di rinnovo fino al 2024.

Anche nelle moto si registra ormai da tempo un dominio di Marc Marquez, con la Ducati e Valentino Rossi ormai stanchi di stare a guardare.