Calcio, bufera sui parastinchi “Fascisti” di Biraghi in Champions League: la verità sul caso

I parastinchi sono ispirati al film "trecento", ma molti vedono della simbologia fascista

Biraghi parastinchi

Brusco risveglio per Cristiano Biraghi, terzino interista impegnato ieri in Inter – Barcellona – costata la qualificazione alla società milanese – che stamane è stato accusato di fascismo. Ieri sera, durante la gara, le telecamere hanno colto i suoi parastinchi con una simbologia che ricordava il fascismo. La verità su Biraghi e i Parastinchi della discordia è che quei simboli sono legati al film “Trecento” – pellicola preferita del calciatore.

L’elmo legionario e la scritta «Vae Victis»(guai ai vinti) hanno sollevato rumorose polemiche in mattinata. “Razzista”, “indegno”, “Fascista”. Sono solo alcuni degli insulti al difensore nerazzurro. La verità, venuta subito a galla, è che quello è un riferimento al film “Trecento” – pellicola preferita del difensore, che porta anche un tatuaggio col motto latino sul petto.

Il terzino non si è ancora espresso sui social, ma molti dei suoi fan lo hanno difeso dall’accusa di fascismo.

le accuse di razzismo a Biraghi: parastinchi e non solo

Biraghi era già finito al centro di polemiche. Sulla sua pagina Instragram, sono diverse le fotografie nelle quali il giocatore esibisce un tatuaggio sul petto con scritto appunto “Vae victis”. Così come, nei suoi trascorsi alla Fiorentina, Biraghi mostrava sui social i suoi parastinchi personalizzati, uno completamente nero con la scritta “Sarà Victoria“, un altro viola e col giglio simbolo di Firenze, accompagnato dalla scritta “Mai domo“. Anche in quella circostanza, una fetta cospicua del tifo viola aveva preso le distanze dal giocatore, augurandosi la sua immediata cessione.

Ora, dopo questo episodio, i tifosi della Fiorentina (in estate con l’Inter c’è stato lo scambio di prestiti Biraghi-Dalbert) hanno deciso: “Potete anche regalarlo all’Inter, non lo vogliamo più vedere a Firenze”.

Per Biraghi, i parastinchi col suo motto si sono rivelati indigesti, tanto quanto la partita di ieri.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.