Luis Scola a Milano con la benedizione del Messina

Luis Scola arriva al "Mediolanum Forum" di Milano con tanta voglia di contare su un professionista dalla qualità indubbia e dalla grande esperienza.

Luis Scola
Luis Scola

Se settembre si chiude malamente a causa della sconfitta interna con Brescia, ottobre inizia col botto per l’Olimpia Milano con la presentazione alla stampa di Luis Scola. Il 39enne arriva al Mediolanum Forum col suo carico di esperienza, energia e determinazione. “È una sfida stimolante ed importante a questo punto della mia carriera, devo ringraziare Ettore Messina per questa opportunità. Sono Ottimista, ci divertiremo” queste le prime del lungo di Buenos Aires. In effetti il suo arrivo a Milano è stato fortemente voluto dal neo coach/presidente delle Scarpette Rosse che lo aveva contatto – ad ammissione di Scola – prima dell’inizio del Mondiale che lo ha visto protagonista con l’Argentina.

Parole confermate anche dal GM della squadra meneghina, Christos Stavropoulos, cha ha affermato che “Milano è attenta a tutto quello che succede nel mercato europeo ed è pronta a pizzare il colpo necessario se utile alla causa”. Non una società in balia degli eventi ma protagonista assoluta come testimonia questa firma di incredibile peso se si considera che il nazionale argentino era seguito da Real Madrid e Boca Junior.

Il lungo argentino a Milano “Ci divertiremo!”

L’ex Houston Rockets arriva dopo un biennio trascorso in Cina, campionato “ricco” ma non propriamente entusiasmante a livello tecnico nonostante la sempre maggior presenza di ex NBA. “è un campionato stimolante – afferma Scola – alcuni giocatori che vi militano sono giovani ed hanno mostrato di essere validi elementi sia in NBA che in Europa. Questo mi ha permesso di restare in forma ed essere sempre in competizione con giocatori giovani e motivati”.

Cosa può portare Luis Scola a Milano?

Innegabile che da un classe 1980 ci si aspetti un apporto fuori dal parquet: potrà aiutare White (apparso opaco nelle prime uscite stagionali) ad integrarsi maggiormente nel sistema Messina, potrà dare la spinta “finale” a Kaleb Tarczewski ed alla sua crescita, già incredibile e costante negli ultimi due anni. A livello tecnico potrà essere scelta valida nelle rotazioni di Ettore Messina. Scola può ricoprire sia la posizione di ala grande che di centro dall’elevato tasso tecnico, una vera e propria minaccia sotto le plance per gli avversari dell’Olimpia Milano. La sua enorme esperienza e l’abitudine a giocare partite importanti potrà alleggerire la tensione nei possessi decisivi.

Perché Milano?

“In primis per Messina, mi ha chiamato e parlato del progetto Ho parlato con giocatori che sono stati allenati dal coach – prosegue il neo numero 40 dell’Olimpia – e con persone che lo conoscono per la sua immensa esperienza e mi hanno detto che è la piazza in cui ci si possono togliere soddisfazioni. Ovviamente non posso ragionare nel lungo periodo, ho 40 anni”.

La voglia di mettersi in gioco a 39 anni in una squadra che ha ambizioni playoff di Eurolega sono l’ulteriore spinta soprattutto per un giocatore che da 13 anni non calca il massimo palcoscenico europeo “l’Eurolega è cambiata molto – dice Scola – dall’ultima volta che sono stato qui. È sempre più simile all’NBA, sia in termini tecnici che di numero di partite da disputare; ma anche nell’organizzazione dei team, ora abbiamo jet privati e alberghi di lusso per le trasferte”.

L’Olimpia trova un giocatore su cui fare affidamento subito, rientra, infatti, tra i convocati per la prima sfida di Eurolega contro il Bayer Monaco ma anche un uomo su cui imbastire la propria dinastia per provare a tornare grande sia in Italia che in Europa.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.