Pjanic e Ronaldo regolano la Spal, Juve momentaneamente prima

Berisha evita il tracollo, ma non basta: la Juve fa 2-0 e si prepara al Leverkusen

Parrucchiere di Cristiano Ronaldo trovato morto
Parrucchiere di Cristiano Ronaldo trovato morto

Tutto facile per la Juventus che liquida la Spal con un 2-0 che poteva essere addirittura più rotondo se non fosse stato per un eroico Berisha, che a più riprese ha negato a Ronaldo & Co. la possibilità di dilagare.

Sarri ripropone il 4-3-1-2 con Matuidi adattato terzino sinistro vista la contemporanea assenza di Sandro, Danilo e De Sciglio, e de Ligt e Bonucci a comandare la difesa con Cuadrado a destra; conferma per Rabiot da interno di centrocampo – il francese ancora non al meglio, ma con evidente necessità di mettere minuti nelle gambe – in compagnia di Pjanic e Khedira; Ramsey rifinisce alle spalle di Dybala e Ronaldo. Per Semplici solito 3-5-2, con due novità: torna Igor alto a sinistra e si vede Moncini davanti in coppia con Petagna.

Il ritmo del primo tempo è a dir poco compassato, la Juve fa girare in lungo e in largo il pallone senza trovare sbocchi, complici gli spazi intasati per vie centrali dalla difesa ferrarese. Sul finire di tempo i bianconeri però trovano campo con più facilità, e se prima è Berisha a negare un gol già fatto da Ramsey su colpo di testa ad un centimetro dalla porta, nulla può sulla volée tanto elegante quanto potente di Miralem Pjanic, che replica il capolavoro di Brescia – anzi, lo migliora – e con un capolavoro di coordinazione costringe l’ex portiere dell’Atalanta a raccogliere il pallone dal sacco.

Sciolto l’equilibrio, la Juve accelera prepotentemente nel secondo tempo e manda in completa confusione la Spal, rimasta aggrappata alla partita solo grazie al suo portiere che prima neutralizza Khedira su assist magistrale di Ronaldo, poi si oppone al portoghese in un paio di circostanze.

Vicino al gol anche Dybala, sempre più in crescita; è proprio l’argentino che poi – dopo una triangolazione splendida con un’illuminato Pjanic – alza un cross al bacio per Ronaldo che vola in cielo e questa volta batte Berisha, che nei minuti di recupero avrà ancora il tempo di superarsi sul sette bianconero, vicino alla doppietta in rovesciata.
Adesso per la Juve testa a martedì, quando il Leverkusen farà visita allo Stadium per la seconda giornata di Champions; per la Spal continua il digiuno di reti in trasferta, sabato prossimo delicatissimo scontro casalingo con il Parma.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.