Lazio-Roma, previste ingenti misure di sicurezza per partita

La partita tra Lazio e Roma rischia di diventare un campo di battaglia, con il rischio che si ripeti qualche tragedia come nel caso della partita tra Inter e Napoli. Per questo sono state previste ingenti misure di sicurezza.

Derby Lazio-Roma
Derby Lazio-Roma

La partita tra Lazio e Roma rischia di diventare un campo di battaglia, con il pericolo che si ripeti qualche tragedia come nel caso della partita tra Inter e Napoli. Tutto è cominciato con qualche adesivo disseminato tra gli spalti dell’Olimpico che raffiguravano la giovane vittima simbolo della Shoah con indosso la maglietta giallorosa. Questa vicenda, tra ‘altro, ha portato all’apertura di un’inchiesta per istigazione all’odio razziale da parte della procura e ad un’ammenda di 50 mila euro per la società sportiva Lazio.

Ma a poco è servito. Recentemente qualcuno ha riproposto il messaggio: “Romanista Anna Frank” imprimendolo stavolta con la vernice spray su un muro di fronte al Circo Massimo.

Minacce e atti di vandalismo

La mano che ha compiuto il gesto rimane a oggi sconosciuta. Si sa solo che lo sfregio è firmato 00100 ssl. E’ stato anche prontamente rimosso ieri dagli agenti della Polizia Locale insieme al personale dell’Ama che hanno ripulito la facciata del muretto.

L’episodio arriva a poche ore dal derby, previsto per domani sabato 2 marzo. Il fischio d’inizio è fissato per le 20.30 all’Olimpico. La partita già da giorni si preannuncia a rischio per la possibilità di recrudescenze da parte delle due tifoserie. Si sono già riscontrati anche brutti episodi avvenuti per le strade di Roma.

Anticipare la partita

La Questura giorni fa aveva chiesto al Viminale di anticipare l’incontro al pomeriggio, per riuscire a contenere il più possibile i previsti disordini. Tuttavia, nell’ultima riunione del Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico, non sono state riscontrare criticità tali da comportare l’anticipo della partita.

Gli episodi al centro della cronaca sono stati commentati anche dalla sindaca Raggi: “La scritta mi fa orrore, questo schifo non è tifo, non è calcio”. Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, invece ha detto che si tratta di “delinquenti che usano il calcio per lanciare i loro squallidi insulti. Il derby di Roma deve essere un momento di grande partecipazione, agonismo, rispetto e anche ironia. Il resto è solo un’ignobile dimostrazione di ignoranza”.

Misure di sicurezza

Definite intanto le misure di sicurezza. Per il match Lazio-Roma in programma alle 20.30 di sabato sono attesi circa 50.000 spettatori, di cui 12.000 romanisti. L’apertura dei cancelli avverrà alle 16.30. Sono state previste aree di parcheggio delocalizzate. I i tifosi della Lazio andranno in Viale XXVII Olimpiade e Tor di Quinto. Quelli della Roma si sistemeranno a Piazzale Clodio e area Metro di Via Cipro.

Restano confermate le ordinanze prefettizie che vietano la vendita per asporto sin da 3 ore prima e 2 ore dopo il termine dell’incontro, di bevande in bottiglia o in contenitori in vetro.

Prevista anche una task force, composta da appartenenti alla Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia Roma Capitale. Dalle 18 e fino a cessate esigenze, saranno chiuse al traffico privato queste strade: Lungotevere Maresciallo Cadorna; Ponte Duca D’Aosta; Lungotevere Diaz nel tratto compreso tra Piazzale De Bosis e Largo Mareciallo Diaz (con cambio nel senso di marcia su Via Robilant); Lungotevere Oberdan; Lungotevere della Vittoria.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.