Vicino troppo rumoroso, Leo Messi gli compra casa

Chi non ha mai avuto un vicino di casa troppo rumoroso? Leo Messi ha deciso di risolvere il problema comprandogli casa.

Lionel Messi
Lionel Messi

Chi non ha mai avuto un vicino di casa troppo rumoroso? E cosa si fa in questi casi? Si cerca prima di parlare, di invitarlo per un caffè e cercare di raggiungere un compromesso. Poi, se il vicino insiste, ecco che di solito si passa alle maniere forti. Si comincia battendogli contro il muro, urlando dal balcone, per finire veri e propri messaggi minatori. Non è però quello che ha fatto Leo Messi.

Leo Messi, campione del Barcellona, per proteggere ‘privacy’ e tranquillità nella residenza di Castelldefels ha adottato un nuovo sistema. Ha comprato un’altra casa al vicino.

Il regalo

A renderlo noto è stato il compagno di squadra Ivan Rakitic, intervistato al periodico croato ‘Novi List’. Il giocatore poi ha spiegato anche come vede le differenze tra Siviglia e il capoluogo catalano: “In Andalusia le persone sono come noi in Dalmazia, la gente se la prende con calma, sorseggia il caffè insieme e chiacchiera per strada. A Barcellona sono più ‘svizzeri’, ci si rispetta, ma si mantiene sempre una certa distanza. Le Ramblas? Le ho viste solo un paio di volte dal pullman della squadra quando abbiamo festeggiato i trionfi, perché il club ci ha raccomandato di non andare in luoghi affolati“.

Rakitic ha anche voluto sottolineare l’umanità di superstar come Neymar e Suarez: “Sono persone come tutte le altre anche se la gente pensa che la vita dei calciatori sia tutta glamour e party. Suarez mi ha invitato per il suo compleanno ed è stata una serata normale: abbiamo comprato regali, cenato, conversato, e quasi tutti eravamo con le nostre famiglie”.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.