Pro Piacenza esclusa ufficialmente dal campionato di Serie C

Ennesima pagina da dimenticare per il calcio italiano. Coinvolta la Serie C. Il Cuneo ha battuto la Pro Piacenza 20-0. Gli ospiti si sono presentati in campo con solo 6 ragazzini e un massaggiatore.

Serie C, in campo in 11 contro 7
Serie C, in campo in 11 contro 7

Si chiude con una decisione che era nell’aria viste le problematiche vissute in casa Pro Piacenza. Il Cuneo, nel pomeriggio di ieri, ha battuto la Pro Piacenza 20-0 dopo che gli ospiti si sono presentati in campo con solo 6 ragazzini e un massaggiatore. Il tutto per avere il numero minimo legale per dare il via alla partita. Il risultato finale, invece, è stato omologato con la sconfitta di 0-3 a tavolino.

Pro Piacenza esclusa dal torneo

Dopo la farsa di ieri arrivano le decisioni del Giudice Sportivo in merito al caso della Pro Piacenza. La decisione definitiva parla dell’esclusione dal campionato di terza serie e un’ammenda di 20.000 euro. Il massaggiatore che ha giocato è stato squalificato sino alla fine del 2019.

Cosa è accaduto durante la “partita”

La squadra emiliana sta attraversando una grave crisi finanziaria e i tesserati, non ricevendo gli stipendi, sono stati svincolati. La decisione di presentarsi è stata presa dalla società per non incappare nell’esclusione dal campionato ma in realtà ciò si è verificato. La Pro Piacenza non era infatti scesa in campo contro Olbia, Gozzano e Virtus Entella.

Il commento di Ghirelli

Le parole di Ghirelli, Presidente della Lega Pro. «Partiamo da un dato: non ci sarebbe stata questa giornata di vergogna se ci avessero dato ascolto, non doveva essere iscritta la società Pro Piacenza. Non aveva una valida fideiussione».

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.