Poliziotto corre in Siberia a -52°, l’impresa dell’italiano Paolo Venturini: ha corso per 39 km

Un poliziotto italiano ha compiuto un impresa in Siberia. Ha corso la distanza di 39,120 chilometri da Tomtor ad Oymyakon, tra i luoghi più freddi del mondo, a -52°gradi.

Un poliziotto italiano ha compiuto un impresa in Siberia. Ha corso la distanza di 39,120 chilometri da Tomtor ad Oymyakon, tra i luoghi più freddi del mondo, a -52°gradi con un picco di -52,6°Paolo Venturini, sovrintendente della Polizia di Stato e atleta del gruppo sportivo fiamme Oro di atletica leggera, ha 51 anni ed è originario di Padova. Nessun uomo era mai riuscito a realizzare un’impresa simile.

Le temperature sono state rilevate da una serie di termometri Delta Ohm, certificati a livello mondiale. L’atleta è stato accompagnato da due medici del dipartimento di Medicina dello Sport dell’Università di Padova, un traduttore e un accompagnatore, oltre al coinvolgimento di esperti in medicina del freddo dell’Università di Yakutsk. Le difficoltà principali derivano dal fatto che il respirare aria così fredda provoca il congelamento delle prime vie respiratorie, problemi ai denti ed agli alveoli polmonari. Al termine dell’impresa Venturini aveva dei ‘ghiaccioli’ al volto, infine si è inginocchiato nella neve con la bandiera tricolore tra le braccia.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.