Galli: “Andrà a votare con mascherina”

Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco-università degli Studi di Milano, ha parlato delle elezioni. "Posso solo dire che io stesso andrò a votare, con la mascherina. E non ho mai detto che non si debba andare".

Covid-19, Galli:
Massimo Galli

Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco-università degli Studi di Milano, ha parlato delle elezioni. “Posso solo dire che io stesso andrò a votare, con la mascherina. E non ho mai detto che non si debba andare. Mi sono però espresso criticamente sul fatto di avere interpolato le elezioni con l’apertura delle scuole, in un momento in cui siamo ancora in una dichiarata emergenza sanitaria”.

Le parole di Galli

“Le elezioni si terranno in un periodo particolare, con le scuole che avranno appena aperto i battenti, fra difficoltà operative e protocolli, e dovranno lasciar spazio ai seggi per poi tornare ad accogliere i ragazzi. Certamente con la mascherina si può andare a votare e nessuno mi può dire che io ho suggerito di non andare”, ha concluso Galli all’Adnkronos Salute.

Le parole di Conte

Il premier Giuseppe Conte ha parlato in un videomessaggio trasmesso sui social. “Lunedì si torna a scuola in gran parte d’Italia. Rivolgo un saluto a tutti voi: ragazze, ragazzi, insegnanti, dirigenti, personale scolastico, genitori. Sarà un momento di intensa emozione, così almeno è stato per me ogni primo giorno di scuola. E’ un’emozione che vivrò anche io, da capo di un governo che nei mesi scorsi ha lavorato per un ritorno in classe in sicurezza. Ma anche da padre di un figlio che si accinge a tornare a scuola. Ci saranno difficoltà, disagi, soprattutto all’inizio”.

Scuola

“La scuola è il cuore pulsante del nostro Paese. E’ un luogo di accoglienza particolarmente prezioso, che accompagna i ragazzi nei processi di crescita. Nella scuola si concentrano tutti i progetti di un futuro migliore. La scuola vi aiuta a comprendere che prima di ogni altra cosa viene il rispetto della persona, della sua dignità, anche a prescindere dalle sue idee e dalle sue convinzioni. E’ il luogo che vi fa capire che la forza vera è quella che combatte ogni forma di sopruso e di ingiustizia, non quella che si nasconde nell’indifferenza o che sfocia nella violenza”, ha concluso Conte.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.