Burioni: “Stop vaccino senza precedenti”

Roberto Burioni
Roberto Burioni

Nuovo articolo del virologo dell’Università San Raffaele di Milano, Roberto Burioni, pubblicato su ‘MedicalFacts’, il sito di informazione e divulgazione scientifico da lui fondato. “Napoleone Bonaparte diceva ‘andate piano, che ho fretta’. Questa massima vale anche per lo sviluppo dei vaccini”.

Le parole di Burioni

“Da un lato questo può essere dovuto a dati parziali molto positivi, ma esiste la possibilità che le autorità regolatorie (in particolare l’Fda, che autorizza i nuovi farmaci) si pieghino a pressioni politiche e approvino un vaccino senza le dovute cautele per renderlo disponibile prima delle elezioni presidenziali, che si terranno il 3 novembre. A riprova che questo mio timore non è del tutto campato in aria, oggi nove importantissime case farmaceutiche hanno preso un solenne impegno a non abbassare gli standard etici e scientifici nello sviluppo di un vaccino contro il coronavirus. Questo è un avvenimento che non ha precedenti, in quanto in generale le case farmaceutiche spingono perché i farmaci vengano approvati, e le autorità regolatorie (in particolare l’Fda) frenano. Qui ci troviamo in una situazione diametralmente opposta. Se è stata necessaria una simile precisazione direi che la mia ipotesi pessimistica non è del tutto campata in aria”, ha concluso Burioni.

Le parole di Renzi

Post di Matteo Renzi su Facebook. “Mi spiace molto per ciò che è accaduto a Pontassieve. Chi ha strattonato Salvini ha compiuto un gesto stupido e sbagliato: la mia solidarietà al leader della Lega. Nessuna provocazione giustifica un gesto assurdo come questo, gesto da condannare senza se e senza ma. “Ho abitato per 15 anni a Pontassieve, anche quando avevo incarichi di responsabilità: ho sempre vissuto in un paese civile e rispettoso, che accoglie tutti, che ha un’anima solidale. Condannare la violenza è un dovere per tutti. Con la stessa chiarezza dico che lo è anche evitare le strumentalizzazioni. La Toscana non è quel territorio di facinorosi che la propaganda sovranista vuole dipingere come pericoloso. Siamo una terra di civiltà e bellezza. E Pontassieve non merita la narrazione di queste ore: chi conosce Firenze e la sua provincia sa che noi siamo da sempre culla di sogni e di ideali. Giù le mani del cittadino Salvini che ha diritto di camminare dove vuole ma giù le mani anche dalla storia della nostra terra, dai valori della nostra gente”, conclude Renzi.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.