Oms: “La quarantena resti di 14 giorni”

All'Adnkronos Salute, l'Organizzazione mondiale della sanità per bocca di Cristiana Salvi, programme manager External Relations Health Emergencies and Communicable Diseases dell'Oms Europa fa sapere che "continua a raccomandare una quarantena di 14 giorni per le persone che sono entrate in contatto con casi di Covid-19".

Genetica: Oms Annuncia Commissione Esperti Su Editing Dna
Genetica: Oms Annuncia Commissione Esperti Su Editing Dna

All’Adnkronos Salute, l’Organizzazione mondiale della sanità per bocca di Cristiana Salvi, programme manager External Relations Health Emergencies and Communicable Diseases dell’Oms Europa fa sapere che “continua a raccomandare una quarantena di 14 giorni per le persone che sono entrate in contatto con casi di Covid-19”.

Le parole dell’Oms

“Questa raccomandazione si basa sui dati disponibili relativi ai periodi di incubazione. La media è di circa 4-5 giorni, con un limite superiore di 14 giorni. Alcuni Paesi stanno valutando la possibilità di ridurre il periodo di quarantena se combinato con i test. Quando applicano le misure, questi Paesi prendono in considerazione sia i dati scientifiche che i fattori sociali. L’esempio francese può essere preso come quello di un Paese che adatta la sua risposta all’accettazione delle misure da parte delle persone, per aumentarne la conformità. Stiamo seguendo queste discussioni, ma manteniamo la nostra raccomandazione di una quarantena di 14 giorni per impedire la trasmissione successiva”, ha concluso l’Oms.

Le parole della Azzolina

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha parlato ancora nell’Informativa al Senato. “Siamo consapevoli del fatto che il rischio zero non esista, anche a scuola. Proprio per questo sarà fondamentale il senso di responsabilità di ciascuno e il rispetto delle Linee guida e dei Protocolli emanati insieme alle competenti autorità sanitarie. Il Governo in questi mesi, ha sempre lavorato nell’ottica di valorizzare e ascoltare il contributo di tutti, rispondendo e dando sostanza ad un mandato parlamentare chiaro: far ripartire l’attivita’ delle scuole in sicurezza”.

Scuola

In queste settimane poi, tutto il mondo della scuola e delle Istituzioni coinvolte si è mobilitato per raggiungere l’obiettivo della riapertura, attraverso le sue diverse diramazioni: Il Ministero dell’Istruzione, l’Amministrazione ministeriale, centrale e periferica, i dirigenti delle nostre scuole, gli Enti locali, le Organizzazioni Sindacali, le Associazioni di studentesse e studenti e genitori. C’è stato il massimo sforzo da parte di tutti per il conseguimento di un risultato che riguarda il Paese intero. Il confronto è stato sempre serio, franco. Le opinioni sono state anche divergenti. Ma questo è il sale della democrazia. È stato poi fatto un lavoro di sintesi comune, nell’interesse generale. In queste settimane poi, tutto il mondo della scuola e delle Istituzioni coinvolte si è mobilitato per raggiungere l’obiettivo della riapertura, attraverso le sue diverse diramazioni”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.