Galli: “Discoteche? Un pessimo segnale”

Il professor Massimo Galli, il direttore del reparto Malattie Infettive all'ospedale Sacco di Milano, ha parlato a Omnibus su La7.

Covid-19, Galli:
Massimo Galli

Il professor Massimo Galli, il direttore del reparto Malattie Infettive all’ospedale Sacco di Milano, ha parlato a Omnibus su La7.

Le parole di Galli

La mancanza di consapevolezza rispetto ai rischi di contagio da coronavirus nei giovani è stata indotta abbondantemente da alcuni interventi decisamente permissivi. Ma non vogliamo demonizzare i ragazzi, o chi non potendone più ha pensato di potersi muovere in libertà. il segnale dell’apertura delle discoteche è stato pessimo ed ha avuto risultati pessimi. E non siamo che all’inizio, ahimé”, ha concluso.

Le parole di Bassetti

Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino, pubblica su facebook i risultati di uno studio scientifico sul Covid. “Ecco un dato che tutti aspettavamo e che alcuni di noi avevano ampiamente previsto già tre mesi fa… Dopo la carica virale ridotta (dimostrata dalle pubblicazioni dell’amico Massimo Clementi), ecco la dimostrazione che il SARScoV-2 è mutato. Il lavoro scientifico in pre-print (quindi non ancora peer-reviewed) vede tra gli autori, non solo il grande Robert Gallo, scopritore del virus dell’Hiv, ma anche l’italiano Massimo Ciccozzi”.

Scuola

Su Facebook è tornato a parlare Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova. “Sarebbe veramente una brutta figura, anche internazionale non riaprire le scuole a settembre. “Credo che mettere in dubbio il regolare e sicuro inizio delle scuole a settembre a causa del Covid, dopo aver avuto 6 mesi a disposizione per confrontarsi e organizzarsi, non sia degno di un grande paese come l’Italia. Spero che ciò che qualcuno ha affermato sia privo di fondamento altrimenti, forse, occorrerebbe chiedere a qualche esperto, magari francese, tedesco o di altri Paesi europei, di venire a insegnarci come fare. Io comunque rimango fiducioso”, ha concluso.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.