Oms: “Speriamo virus passi in due anni”

E' tornato a parlare il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Tedros Adhanom Ghebreyesus, nella sua conferenza stampa giornaliera a Ginevra.

Genetica: Oms Annuncia Commissione Esperti Su Editing Dna
Genetica: Oms Annuncia Commissione Esperti Su Editing Dna

E’ tornato a parlare il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Tedros Adhanom Ghebreyesus, nella sua conferenza stampa giornaliera a Ginevra. “Ci sono voluti due anni per far passare l’epidemia di spagnola scoppiata nel 1918, speriamo che questa pandemia passi in meno tempo. Rispetto a cento anni fa ci sono più connessioni, che permettono una maggiore diffusione del virus, ma allo stesso tempo abbiamo la tecnologia e le conoscenze per fermarlo”.

Le parole dell’Oms

“Il vaccino sarà uno strumento vitale e speriamo di averne uno il prima possibile. Ma non c’è alcuna garanzia che lo avremo. E anche se lo dovessimo avere, non metterà fine da solo alla pandemia. Dobbiamo tutti imparare a controllare e gestire questo virus utilizzando gli strumenti che abbiamo ora. Dobbiamo apportare le modifiche alla nostra vita quotidiana che sono necessarie per mantenere noi stessi e gli altri al sicuro”, ha concluso.

Coronavirus

Tedros Adhanom Ghebreyesus ha parlato di numeri. “Il Fondo monetario internazionale stima che la pandemia di Covid-19 costi all’economia globale 375 miliardi di dollari al mese e prevede una perdita cumulativa per l’economia globale in due anni di oltre 12 trilioni di dollari. Il mondo ha già speso trilioni per affrontare le conseguenze a breve termine della pandemia. I Paesi da soli hanno mobilitato più di 10 trilioni di dollari in stimoli fiscali per affrontare e mitigare le conseguenze di questa emergenza. Questo è già oltre tre volte e mezzo di quanto il mondo ha speso per l’intera risposta alla crisi finanziaria globale. Sarà necessario spendere almeno 100 miliardi di dollari per lo sviluppo di un vaccino”.

Le parole di Monti

Mario Monti, a Agorà ha parlato delle critiche social scatenate dalla notizia del nuovo incarico ricevuto dall’Oms. “Dimostrano la totale irrilevanza dei social media italiani che fanno tanto tremare i politici. E’ evidente che l’Oms si sarà informata sul mio passato prima di fare questa scelta e il peso dato alle pittoresche elucubrazioni dei social media italiani è stato zero”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.