Covid-19, Silvestri: diffuso dalle torri 5G? Certo, ed Elvis Presley è vivo

Covid-19, Silvestri: diffuso dalle torri 5G? Certo, ed Elvis Presley è vivo. "Il mondo non resterà a corto di imbecilli", dice il virologo della Emory University

Covid-19, Silvestri: diffuso dalle torri 5G? Certo, ed Elvis Presley è vivo”Pare che le menti eccelse secondo cui i vaccini sono pieni di metalli pesanti, il cancro si cura con l’urinoterapia, Elvis Presley è vivo (mentre Paul McCartney è morto, nel 1966, per essere precisi), ora si siano convinte che le torri 5G diffondono Sars-CoV-2“. Ebbene, “ogni preoccupazione che il mondo possa presto rimanere a corto di imbecilli sembra francamente infondata“, commenta il virologo Guido Silvestri, docente negli Usa alla Emory University di Atlanta, sulla propria pagina Fb nelle sue quotidiane ‘Pillole di ottimismo’.

Covid-19, Silvestri: diffuso dalle torri 5G? Certo, ed Elvis Presley è vivo

Anconetano di origine, lo scienziato utilizza un termine del dialetto natio per rendere l’idea: “Nanociambotti di tutto il mondo, unitevi”, scrive, laddove il termine ‘ciambotto’ vuol dire stupido. “La battuta viene spontanea”, continua, “perché oggi ho ricevuto la bellezza di tre email – da Bethesda, Ancona, e Bordeaux – in cui si racconta come stia prendendo molto piede questa nuova teoria” su Covid-19 e torri 5G.

Non solo. “Rimanendo in tema di vette dell’ingegno umano – aggiunge Silvestri – mi hanno pure segnalato che l’ex-medico che nel 1996 scrisse un libro per dimostrare che l’Aids non esiste adesso ha scritto un lungo articolo in cui spiega che Covid-19 è una malattia inventata”.