Coronavirus, Guerra a Gentiloni: “Ognuno faccia il suo lavoro”

Coronavirus, Guerra a Gentiloni: "Ognuno faccia il suo lavoro". Nessun segnale di seconda ondata, ha detto il commissario italiano della Commissione Ue. Ma il vice dg iniziative strategiche Oms replica: il virus c'è ancora

Coronavirus, Guerra a Gentiloni: “Ognuno faccia il suo lavoro”. “Ciascuno deve fare il suo mestiere come sempre. I segnali sono che il virus in questo momento è comunque in circolazione“.

Coronavirus, Guerra a Gentiloni: “Ognuno faccia il suo lavoro”

Queste le parole secche con le quali Ranieri Guerra, vicedirettore generale Iniziative Strategiche Oms, commenta ad Agorà Rai Tre, condotto da Serena Bortone, quanto dichiarato dal commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni, a France 2, in riferimento al fatto che al momento non vi siano segnali di una secondata di contagi.

La seconda ondata di contagi di coronavirus sarebbe “lo scenario peggiore” per l’Europa, ma “in questo momento non abbiamo nessun segnale” in questo senso, aveva infatti sostenuto Gentiloni in un’intervista al canale televisivo francese.